Home » I fatti » “Off-Day”, il Comitato Commercianti Molisani ricevuto dal Governatore: «Tante promesse. Noi siamo imprenditori, badiamo ai fatti» (VIDEO)

“Off-Day”, il Comitato Commercianti Molisani ricevuto dal Governatore: «Tante promesse. Noi siamo imprenditori, badiamo ai fatti» (VIDEO)

Poco più di un’ora di attesa sotto una pioggia scrosciante per essere ricevuti dal Governatore del Molise, Donato Toma, impegnato in quel momento in una importante videoconferenza a palazzo Moffa. La protesta organizzata dal neonato Comitato Commercianti Molisani in via Genova ha dato i suoi frutti intorno alle 17.15 di ieri quando una rappresentanza (di Campobasso, Isernia e Termoli) è riuscita a raggiungere il Presidente per discutere delle motivazioni poste sul tavolo dagli imprenditori regionali del settore, più di 200 aderenti in pochissimi giorni.

“Senza di noi la città si spegne” lo slogan, tant’è che nel pomeriggio di ieri tantissime vetrine sono rimaste senza illuminazione in segno di contrarietà verso le decisioni del governo centrale che non avrebbe in nessun modo tenuto conto dello sforzo compiuto per attivare e rendere i propri locali a norma nel rispetto dei protocolli anti-Covid e del conseguente calo degli introiti escludendo, di fatto, i commercianti dai nuovi Decreti legge Ristoro e Ristoro-bis. Niente aiuti, dunque, per un settore che a causa del coprifuoco e della chiusura serale di bar e ristoranti, ha visto cambiare, di riflesso, notevolmente le abitudini della clientela con susseguente e sempre minore propensione all’acquisto. Limitazione degli spostamenti delle persone negli orari dedicati allo shopping e divieti di assembramento e di cerimonie hanno fatto il resto.

A Toma il Comitato ha chiesto un aiuto con soluzioni nel breve periodo da parte della Regione Molise: contributi a fondo perduto per compensare il costo degli affitti, della rata semestrale Imu; abolizione delle tasse regionali e comunicali a carico delle aziende; finanziamenti a tasso agevolato con quota preponderante a fondo perduto a carico dell’ente; incentivi su nuove assunzioni per salvaguardare i livelli occupazionali e non deprimere ulteriormente il tessuto di una realtà già di per sé disagiata. Il tutto a contrasto di una “desertificazione commerciale” che creerebbe ulteriori danni sociali oltre che economici in un territorio dove l’aggregazione e i contatti umani sono oltremodo difficoltosi.

«Abbiamo innanzitutto ringraziato il Presidente Toma, colpito dal numero di persone presenti in rappresentanza dell’intera regione, per averci ricevuto – ha relazionato Gianluca Del Medico -. Ci ha rassicurato che entro la metà di dicembre tutti coloro che avevano diritto al contributo stanziato nel bando sotto i 200mila euro riceveranno quanto dovuto. Entro fine mese, il Governatore si è impegnato ad emanare nuovi bandi soprattutto a favore di quelle categorie che non hanno ricevuto nessuna forma di indennizzo dai decreti Ristoro e Ristoro-Bis, per una questione di equità sociale, premiando per il coraggio dimostrato anche quelle attività create durante il periodo di lockdown». Per quanto riguarda l’occupazione da ottobre, nonostante a livello statale esista già una forma di decontribuzione del 30%, «la Regione si sta spendendo per rimettere in moto il progetto relativo a Garanzia Giovani – ha continuato – per cercare di favorire l’inserimento di nuove risorse umane all’interno delle attività».

Al di là di come si voglia vedere la bottiglia, se mezza piena o mezza vuota, sicuramente oggi è senza tappo. Una certa soddisfazione da parte del Comitato c’è per aver quantomeno intrapreso un’interlocuzione con le istituzioni (ricordiamo che il tutto ha avuto inizio non più di 4/5 giorni fa) fermo restando che le parole non bastano. «Entro fine mese vorremmo delle risposte concrete – ha terminato Del Medico – perché a parole è tutto più semplice. Noi siamo imprenditori, badiamo ai fatti».

emmesse

La protesta del Comitato Commercianti Molisani

Sit-in del Comitato Commercianti Molisani davanti al palazzo della Regione Molise

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: