Home » I fatti » Mobilità sostenibile, parte la rilevazione dei flussi di traffico in città

Mobilità sostenibile, parte la rilevazione dei flussi di traffico in città

Prendono corpo le prime azioni da intraprendere per la predisposizione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) per l’Area Urbana di Campobasso. «Per la redazione del Piano è intanto necessario acquisire i flussi di traffico in ingresso e in uscita dalla città, – ha spiegato l’assessore alla Mobilità, Simone Cretella – e per ottenere ciò verranno attivate, da parte della società che si occupa della redazione del PUMS, apparecchiature Radar Sisas e videocamere Miovision, necessarie all’attività di rilievo nelle zone ricadenti nel territorio comunale di Campobasso. Il rilievo di traffico si svolgerà a partire da domenica 25/10/2020 per un totale di 6 giorni comprensivi dei giorni di montaggio/smontaggio delle apparecchiature fino a venerdì 30/10/2020, in modo continuativo per 24 ore».

Le apparecchiature saranno installate da tecnici esperti della stessa società, in condizioni di sicurezza per persone, veicoli e cose, nei pali della segnaletica esistenti e non ostacoleranno né perturberanno la normale circolazione veicolare. Si tratterà di apparecchiature Radar Junior, ovvero di sistemi radar ad effetto Doppler in grado di rilevare e visualizzare la velocità del veicolo dentro il fascio radar, la sua lunghezza (in cm) e il gap temporale tra un veicolo e il successivo (modalità counting). Il traffico verrà registrato automaticamente sulle 24h, con distinzione per classi di lunghezza e per classi di velocità.

Ma tra le altre attività iniziali previste dal Piano, vi è anche l’indagine sull’origine e la destinazione dei conducenti dei veicoli in ingresso all’area di studio del PUMS. «Per questo, – ha aggiunto l’assessore Cretella – la società risultata aggiudicataria della procedura di gara bandita dal Comune di Campobasso per la predisposizione del PUMS, ha già chiesto alle Amministrazioni di Campobasso, Ferrazzano e Ripalimosani, ognuna per i territori di propria competenza, di poter usufruire di una pattuglia della Polizia Locale, in supporto a 3 rilevatori istruiti nell’attività di interviste Origine/Destinazione in corrispondenza delle sezioni in ingresso all’area di studio del PUMS. La Polizia Locale dovrà provvedere a far accostare le auto e il conducente verrà intervistato in 1 o massimo 2 minuti dal personale incaricato dalla società. – ha specificato l’assessore alla Mobilità, Simone Cretella – Le interviste verranno effettuate nella fascia oraria di punta della mattina, 07:30- 09:30, e nella fascia oraria di punta del pomeriggio, 17:00-19:30, per 4,5 ore/giorno. L’avvio dell’indagine è previsto a partire dal 04/11/2020, per complessivamente 10 giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì (sabati e domeniche escluse), con termine previsto il 17/11/2020. Ogni sezione sarà indagata per un giorno feriale».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: