Home » In evidenza » Zammarchi-Bontà, il Lupo stende il Montegiorgio. Esposito delizia i 600 di Selvapiana (GALLERY)
1-0 Zammarchi

Zammarchi-Bontà, il Lupo stende il Montegiorgio. Esposito delizia i 600 di Selvapiana (GALLERY)

CAMPOBASSO-MONTEGIORGIO 2-0

Reti: 38’ Zammarchi, 62’ Bontà.

Campobasso (4-3-3): Piga 6; Fabriani 6  Dalmazzi 6,5, Menna 6,5,  Vanzan  6; Bontà 7,5 (81’ Di Domenicantonio sv), Brenci 6 (90’ Corda sv),  Candellori 6,5; Zammarchi 7,5 (81’ Tenkonrag sv), Cogliati 6, Esposito 7 (88’ Pontillo sv). A disp: Raccichini, Sbardella, Martino, Capuozzo, Caricati. All. Cudini.

Montegiorgio (4-3-1-2): Marani 6; Tempestilli 5,5 (65’ Perini 6), Cicchella 5,5, Gnaldi 5,5, Montanaro 5,5; Pampano 5 (77’ Cernetti sv), Omiccioli 5, Santoro 6 (49’ Albanesi 6); Cuccù 6; Lupoli 5 (77’ Meijas sv), Zanocchia 6 (83’ Rozzi sv). A disp: Vallati, Marziali, Modou, Verdecchia. All. Mengo

Arbitro: Sig. Valerio Pezzopane di L’Aquila. Assistenti: Rastelli di Ostia Lido e Pasqualetto di Aprilia.

Note: ammoniti Santoro, Brenci, Zancocchia, Tempestilli, Esposito, Tenkorang. Angoli: 6-2. Recupero: 1’+ 5’. Spettatori 600, giornata di sole, terreno in ottime condizioni.

Il Campobasso torna tra le mura amiche dopo il pareggio di Castelfidardo davanti ad un pubblico ancor meno numeroso rispetto al derby a causa delle nuove regole anti-Covid che hanno quasi dimezzato la capienza consentita per le partite e quindi a Selvapiana questa volta sono presenti soltanto 600 spettatori. Praticamente spazio soltanto agli abbonati ed agli addetti ai lavori. A sorpresa mister Cudini deve rinunciare a ben due attaccanti. Vitali e Sforzini (in tribuna) sono risultati indisponibili e non figurano neanche tra i 18 in distinta. L’allenatore dei lupi ha dovuto quindi ridisegnare l’attacco con l’ingresso di Zammarchi che però è un 2000 e quindi per la regola degli under è stato sacrificato il portiere Raccichini al posto del quale esordirà Piga (classe 2002). Nel Montegiorgio gioca invece dal primo minuto il temibile attaccante Lupoli, ex Fiorentina e Arsenal. Il match inizia subito con i rossoblù (in maglia bianca) subito pericolosi al 1’: Esposito ruba palla al limite, serve Zammarchi in area ma il piatto dell’ex cesenate è troppo largo. La sensazione è che Bontà ed i suoi compagni vogliano subito mettere sotto pressione gli ospiti. Al 7’ triangolo Cogliati-Esposito con quest’ultimo che entra in area, dribbla un avversario ma si decentra un po’ troppo per cui la sua conclusione non riesce ad inquadrare la porta. Dopo un primo quarto d’ora di pressione che ha prodotto queste due palle gol la morsa del Lupo sul Montegiorgio pare un po’ attenuarsi e comincia a vedersi qualche errore dettato soprattutto dalla fretta di concludere. Solo apparenza perché al 23’ è Brenci a tornare alla conclusione con un fendente che fa la barba al palo. Due minuti dopo su calcio d’angolo è Dalmazzi ad impegnare Marani. Le occasioni fioccano ma il gol non arriva. Almeno fino al 38’ quando il Campobasso sciorina un’azione degna di squadra professionistica: Esposito sulla sinistra di esterno destro lancia Candellori che supera in velocità un avversario, stoppa e crossa per Zammarchi che si produce in una mezza rovesciata al volo di destro che spiazza il numero 1 avversario. Vantaggio rossoblù più che meritato per quello che si è visto in campo. Prima frazione di gioco che termina praticamente su questa segnatura e che ha visto una sola squadra in campo: quella di casa.

La ripresa si apre con il Montegiorgio finalmente dalle parti di Piga dopo un liscio clamoroso di Fabriani. Bravo il portiere del Campobasso a distendersi sul diagonale di Zancocchia. Risponde subito il Lupo con Brenci ma la sua conclusione dal limite è ancora troppo angolata. Al 55’ Montegiorgio vicinissimo al pareggio su una punizione da trenta metri Piga non è irreprensibile e si porta il pallone sul palo tra i birividi del pubblico di Selvapiana. Al 62’, tuttavia, arriva il raddoppio rossoblù: pennellata su calcio d’angolo di Esposito per Bontà che di testa va più alto delle mani di Marani. 2-0 e velleità del Montegiorgio subito raffreddate. Al 73’ Piga si riscatta con un grande intervento di reni su una deviazione di testa sul primo palo sventando un gol praticamente già fatto dal Montegiorgio. All’85’ grande triangolo Esposito-Vanzan sulla sinistra. Cross del terzino che attraversa tutta la porta vuota ma né Tenkorang, né Di Domenicantonio riescono a ribadire in rete. E’ praticamente l’ultima emozione dell’incontro a parte la standing ovation che il pubblico riserva a Zammarchi, Bontà ed Esposito che ha deliziato con le sue giocate. Finisce così con un classico punteggio all’inglese che non rispecchia tuttavia l’evidente superiorità dei rossoblù di Cudini vista in campo.

G.C.M.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: