Home » Fuori le mura » Guida in stato di ebrezza e minacce di morte, i Carabinieri denunciano quattro persone

Guida in stato di ebrezza e minacce di morte, i Carabinieri denunciano quattro persone

Nel corso dei servizi disposti dal Comando Compagnia Carabinieri di Bojano per la prevenzione ed il contrasto dei reati predatori, in tutta la giurisdizione e nelle aree più sensibili, quali l’abitato di Trivento per la dislocazione geografica, una pattuglia della locale Stazione Carabinieri, nella tarda serata di giovedì, ha fermato un automobilista che circolava di notte a fari spenti.

L’uomo, un 70enne della zona, alla vista dei Carabinieri ha fermato l’auto e, una volta sceso, ha palesato immediatamente il suo stato di ebbrezza. Sottoposto alla prova dell’etilometro è risultato che l’uomo aveva un tasso alcolemico di 1,50 G/l ad entrambe le prove. La patente di guida gli è stata ritirata ed il veicolo affidato ad un conoscente, con il conseguente deferimento all’Autorità Giudiziaria per la guida in stato di ebrezza.

Un’altra pattuglia dei Carabinieri di Trivento, nella medesima serata, ha proceduto al ritiro cautelare di un fucile da caccia calibro 12 ad un 60enne residente, reo di aver proferito minacce gravi nei confronti di un coetaneo. I fatti risalgono a qualche giorno addietro, ove per diatribe connesse a relazioni di confini terrieri, si sono scaldati gli animi e proferite minacce, delle quali risponderanno all’Autorità Giudiziaria anche la moglie ed il figlio dell’uomo. All’Autorità Prefettizia è stata avanzata proposta per il diniego detenzione armi e munizioni, essendo venuti meno i requisiti necessari per il possesso di tale licenza, assumendo comportamenti che non facciano sorgere il dubbio di un possibile abuso.

Ancora in tema di sostanze stupefacenti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel primo pomeriggio di giovedì, nel centro di Bojano, hanno sorpreso un altro giovane intento a consumare eroina. La susseguente perquisizione ha permesso di rinvenire nelle tasche dei pantaloni altre quattro dosi di kobret ed una di marijuana, che non si esclude fossero destinate a terzi. Il giovane, 20 anni, è stato segnalato all’autorità Prefettizia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: