Home » In evidenza » “Campobasso per lo sport”, per la Magnolia doppio confronto con Battipaglia. Rientrano Sanchez, Egwoh e Falbo

“Campobasso per lo sport”, per la Magnolia doppio confronto con Battipaglia. Rientrano Sanchez, Egwoh e Falbo

I primi test a domicilio della stagione d’esordio nella Techfind Serie A1. Ma, al tempo stesso, le ultime (ed uniche) gare da massima serie nello scenario di Vazzieri per i #fioridacciaio (da ottobre ‘La Molisana Arena’ sarà, infatti, la casa delle rossoblù). Nell’ultimo weekend del mese di settembre La Molisana Magnolia Campobasso sarà protagonista nella IV edizione del trofeo “Campobasso per lo sport”, rassegna curata dal club concittadino dell’Ennebici. Per le magnolie ancora due incontri con il quintetto di Battipaglia. Nella circostanza, per il coach delle campobassane Mimmo Sabatelli l’occasione sarà propizia «per provare ad alzare l’asticella. Non vedo l’ora di scendere in campo – spiega – per verificare determinati aspetti, nella consapevolezza però che veniamo da una settimana non semplice in cui non siamo riusciti a lavorare in maniera costante e completa. Tuttavia, mi aspetto di poter assistere ad un altro passo in avanti da parte delle mie».

Al pari di quanto avvenuto al memorial “Passalacqua” di Ragusa, anche in occasione del trofeo “Campobasso per lo sport” saranno chiamate a due confronti in successione, ambedue a porte chiuse, nell’arco di una giornata: l’incrocio con le cilentane, infatti, avrà inizio sabato alle 19 e proseguirà domenica alle 18. «Senz’altro – spiega Sabatelli – il peso di due confronti consecutivi in una fase di carico della preparazione come questa può farsi sentire, ma dalla nostra abbiamo un’esigenza ben definita. A noi serve giocare e più riusciamo a farlo, più abbiamo dati su cui poter lavorare per migliorare. In queste due amichevoli vogliamo salire ulteriormente nell’esecuzione delle nostre situazioni, rimanendo però sereni per il fatto che si tratta comunque di tappe d’avvicinamento al campionato». In particolare c’è la valutazione «dei comportamenti in attacco ed in difesa a livello di gioco collettiva. Vorrei veder ridotto il numero di errori commessi a Ragusa, oltre che migliorare i diversi aspetti tecnico-tattici, cercando di lavorare d’insieme ben oltre le intuizioni individuali e le transizioni».

A proposito di singoli, tra l’altro, questi sono stati i giorni dell’inserimento nei meccanismi del roster rossoblù per la guardia statunitense, di passaporto italiano, Camille Giardina. «La sua è una situazione in continua attesa di riscontri – precisa Sabatelli – ma, anche in questo caso, proseguiamo senza forzare i tempi». Alla vigilia della doppia sfida con Battipaglia, sono tre i dubbi legati al roster dei #fioridacciaio. In fase di valutazione, da parte dello staff medico, ci sono le situazioni legate alle esterne Sofia Marangoni (alle prese con alcune noie fisiche), Giorgia Amatori (ferma per una distorsione alla caviglia) ed Elisa Mancinelli (in ripresa dalle problematiche che le avevano impedito di poter essere con le compagne a Ragusa). Rientrano in organico, invece, le lunghe Carolina Sanchez ed Ashley Egwoh e l’ala termolese Alessandra Falbo. Per il resto «vedremo se riusciremo a recuperare almeno una delle esterne», auspica il coach delle campobassane.

Sull’altro fronte, le campane arrivano al match con ulteriore intesa ed allenamenti nelle gambe, motivo per cui il trainer rossoblù è pronto a tenere sulla corda le sue. «Non dobbiamo pensare alla gara del 16 settembre – argomenta Sabatelli – perché sarà tutt’altro genere di partita». Nel frattempo, a finire in copertina è anche l’iniziativa, portata avanti dai tifosi rossoblù, dell’abbonamento “sospeso”, ossia la possibilità di poter contribuire alla stagione rossoblù, acquistando o contribuendo ad acquistare il ticket stagionale così da metterlo a disposizione di altri supporter.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: