Home » I fatti » Terremoto di magnitudo 5.5, esercitazione delle Colonne Mobili Regionali dei Vigili del Fuoco

Terremoto di magnitudo 5.5, esercitazione delle Colonne Mobili Regionali dei Vigili del Fuoco

Nella giornata di ieri, 23 settembre, il personale dei Vigili del Fuoco di Campobasso è stato impegnato in un’esercitazione coordinata dal Centro Operativo Nazionale dei Vigili del Fuoco (CON), al fine di testare l’efficienza e l’efficacia delle procedure di mobilitazione delle Colonne Mobili Regionali di soccorso in caso di grandi emergenze. Lo scenario ipotizzato è stato un terremoto di magnitudo 5.5 della scala Richter con epicentro a Ferrazzano; 3.000 i dispersi, di cui due terzi a Campobasso, e numerose infrastrutture inagibili, tra cui la SS17 fino a Vinchiaturo; crollato il viadotto del Liscione.

Sebbene l’esercitazione sia stata effettuata senza la reale movimentazione di uomini e mezzi sul territorio, la procedura ha previsto l’attivazione ed il coinvolgimento di 850 operatori provenienti da tutta Italia, con l’allestimento 3 centri di raccolta e smistamento dislocati sul territorio e 3 campi base: uno a Campobasso, uno nella zona di Vinchiaturo e uno a Jelsi; a livello locale il coordinamento è stato garantito dalla sala crisi allestita presso la Direzione Regionale Molise. E’ stato previsto il sorvolo delle aree colpite da due elicotteri VVF e l’intervento dei Nuclei SAPR – Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto. Sul territorio, invece sono stati coinvolti i Nuclei Cinofili e gli operatori USAR – Urban Search And Rescue, specializzati nelle tecniche di localizzazione e di estricazione delle vittime dalle macerie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: