Home » I fatti » Test sierologici alle Forze dell’Ordine, sindacati soddisfatti a metà

Test sierologici alle Forze dell’Ordine, sindacati soddisfatti a metà

La Asrem ha dato il via ai test sierologici per tracciare la circolazione del Sars-Cov-2 tra il personale appartenente alle forze di polizia. L’iniziativa coinvolgerà complessivamente circa 450 operatori. Il test è mirato alla ricerca degli anticorpi IgG, indicativi del possibile contatto con il virus.

Chi risulterà positivo verrà sottoposto al test molecolare (tampone) per la formulazione della diagnosi di positività o negatività al Covid-19. Il tutto con il supporto logistico della Polizia di Stato che metterà a disposizione personale per l’esecuzione dei test. Lo screening di massa sulle forze dell’ordine tra i lavoratori più esposti al contagio, permetterà di raccogliere informazioni molto importanti sul piano epidemiologico, offrendo un significativo contributo allo studio della patogenesi del covid 19 e allo sviluppo di strategie di prevenzione mirate.

Soddisfatte a metà le sigle sindacali delle forze dell’ordine che tanto si sono battute per sensibilizzare le istituzioni a prendere in considerazione uno screening a tappeto per tutti gli operatori coinvolti nei difficili mesi di lockdown. Un numero, 450 unità, ritenuto piuttosto esiguo se si considera il personale delle due province coinvolto tra Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco e Polizia Municipale, ma che certamente è una prima positiva apertura alle numerose richieste avanzate.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: