Home » Sport » Alessandro trascina il Campobasso al sedicesimo risultato utile consecutivo. Vetta della classifica a -6

Alessandro trascina il Campobasso al sedicesimo risultato utile consecutivo. Vetta della classifica a -6

CAMPOBASSO-P.S.ELPIDIO 3-0

Reti: 35′ Brenci, 48’(r) e 74′ Alessandro.

Campobasso (4-3-3): Raccichini 6; Fabriani 5,5  Dalmazzi 6, Menna 6, Vanzan 6,5; Bontà 6 (83’ musetti sv), Brenci 6,5 (87’ Sanseverino sv), Candellori 6; Zammarchi 6 (73’ Tenkorang 6), Cogliati 6, Alessandro 7,5 (79’ Giampaolo sv). A disp: Natale, Martino, Sbardella, Sanseverino, La Barba, Barbetta. All. Mirko Cudini.

Porto S.Elpidio (4-3-1-2): Mariani 6, Morazzini 5,5, Borgese 5,5 (83’ Orazi sv), Ficola 5, Perini 6 (64’ Fermani 6); Frincioni 6, Nicolosi 6, Miccoli 6 (81’ Palestini sv); Cuccù 6 (86’ Giuli sv) Maio 5,5, Ruzzier 6,5 (76’ Niane sv). A disp: Faini, Manoni, Diarra, Mazzieri. All. Eddy Mengo.

Arbitro: Sig. Francesco D’Eusanio di Faenza. Assistenti: Marione di Nola e Castaldo di Frattamaggiore.

Note: ammoniti Brenci, Ficola, Perini. Angoli: 5-7. Recupero: 1’+ 4’. Spettatori 1800 circa di cui una decina ospiti. Giornata di sole e terreno in perfette condizioni.

Il Campobasso torna tra le mura amiche per cercare di riprendere familiarità con la vittoria che manca da quindici giorni visti i due pareggi consecutivi contro Pineto e Matelica. La risposta del pubblico è soddisfacente; buon colpo d’occhio della Curva Scorrano anche se non si registra il pienone come contro il Pineto. Cudini schiera la formazione tipo con Fabriani preferito a Martino e Brenci in regia a Sanseverino. La partita inizia subito con gli ospiti pericolosi al 3’ grazie ad una bordata da quasi trenta metri di Ruzzier sulla quale è molto bravo Raccichini a deviare in angolo. E’ il preludio ai primi venti minuti di difficoltà del Campobasso sceso in campo un po’ contratto ed anche un po’ sorpreso dell’intraprendenza del Porto Sant’Elpidio. Il primo tiro in porta dei rossoblù è al 25’ con Brenci da fuori area. Parata tranquilla e centrale di Mariani. C’è bisogno di un lampo: arriva al 35’ quando la difesa ospite regala un pallone invitante a Brenci al limite dell’area. Il regista di Cudini non si fa pregare, si aggiusta la palla portandosela appena dentro l’area e di interno destro buca Mariani. Finisce qui un primo tempo non facile per il Lupo che è sembrato non scendere in campo con l’approccio giusto e che ha subito soprattutto nella prima parte un Porto Sant’Elpidio molto aggressivo. Poi con il passare dei minuti la squadra di Cudini ha preso progressivamente campo ed ha sfruttato un errore della difesa marchigiana.

La ripresa si apre con un mancato rigore ai lupi per un netto intervento su Candellori che l’arbitro però ritiene sia stato commesso pochi centimetri fuori area. Sulla battuta della punzione Ruzzier in barriera devia il pallone con la mano e quindi il rigore arriva lo stesso. Alessandro dal dischetto non sbaglia con Mariani che si fa passare la sfera sotto la pancia. 2-0 e tutti a Selvapiana pensano ai precedenti vantaggi di due reti sciupati con Fiuggi, Avezzano e Pineto facendo i dovuti scongiuri. Scongiuri che però non servono più al 74’ quando Alessandro pennella una piccola-grande opera d’arte su calcio di punizione sulla quale non può nulla il portiere ospite Mariani che finisce anche lui dentro la rete facendosi anche male contro il montante alla sua destra. Finisce qui la partita con i Lupi che questa volta non hanno subito alcuna rimonta ma hanno addirittura chiuso un match che era iniziato in maniera non facile. Sedicesimo risultato utile consecutivo e una rimonta clamorosa che continua ad alimentarsi visto il pareggio casalingo del Notaresco che porta i ragazzi di Cudini a soli 6 punti dalla vetta della classifica. E domenica si va sul campo del Montegiorgio dell’ex Njambé.