Home » Fuori le mura » Fermati dai Carabinieri con arnesi da scasso in auto, foglio di via per quattro rumeni

Fermati dai Carabinieri con arnesi da scasso in auto, foglio di via per quattro rumeni

Una pattuglia della Stazione Carabinieri di Castropignano, nell’effettuare uno dei tantissimi posti di controllo dislocati sul territorio, lungo la SS 647 Bifernina con direzione di marcia Termoli – Bojano, ha intimato l’alt ad una vettura di grossa cilindrata.

Il conducente, vista l’impossibilità di darsi alla fuga, si è fermato a bordo strada e i Carabinieri hanno proceduto al controllo. Una Audi A4 Station Wagon di colore nero, con a bordo quattro uomini di nazionalità rumena. Immediato il supporto di una gazzella dell’Aliquota Radiomobile, che ha raggiunto i colleghi. Nel bagagliaio era custodito un borsone con all’interno innumerevoli oggetti e strumenti da scasso, tra i quali chiavi, un frullino a batteria e guanti nuovi mai utilizzati. I quattro soggetti, tutti già noti alle Forze dell’Ordine per furti in abitazione e in danno di aziende, non sono riusciti a giustificare il possesso del borsone e la loro presenza a Castropignano, asserendo di dover effettuare un colloquio di lavoro.

E’ stato appurato che i tre provenivano dalla provincia di Foggia e le successive attività investigative, consentiranno ulteriori  riscontri positivi ai Carabinieri. Condotti in caserma per una più accurata perquisizione personale e veicolare, venivano poi sottoposti a rilievi foto segnaletici al fine di favorire ulteriori sviluppi investigativi. Tutto il materiale rinvenuto è stato posto sotto sequestro e per tutti e quattro è scattato il Foglio di Via Obbligatorio, proposto nell’immediatezza dalla Questura di Campobasso e subito emesso. L’attività di studio e monitoraggio dei transiti stradali e la georeferenziazione dei reati, consente ai Carabinieri della Compagnia matesina coordinata dal Capitano Edgard Pica, di individuare i punti più proficui sotto il profilo investigativo e di controllo del territorio, settore sul quale si sta investendo moltissimo, poiché considerato strumento essenziale per una attenta e capillare attività preventiva e repressiva. I servizi disposti dalla Compagnia di Via Croce, non sono stati mai interrotti, anche quando le segnalazioni dei cittadini andavano diminuendo, proprio perché lo studio del fenomeno è ancora in itinere ed è volto ad individuare la provenienza di questi pendolari del crimine.