Home » I fatti » Palazzo San Giorgio, presentati i nuovi volontari del Servizio Civile

Palazzo San Giorgio, presentati i nuovi volontari del Servizio Civile

Questa mattina nella Sala del Consiglio di Palazzo San Giorgio a Campobasso, sono stati presentati ufficialmente i 40 Volontari del Servizio Civile accreditati presso l’Agenzia di Promozione e Sviluppo Sociale no-profit, Agorà, che svolgeranno il servizio per il Comune di Campobasso.

Alla conferenza stampa hanno parteciperanno, tra gli altri, oltre al sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, anche l’assessore alle Politiche Sociali, Luca Praitano, il dirigente settore Politiche Sociali del Comune di Campobasso, Vincenzo De Marco insieme alla dottoressa Raffaella Rosa e come referente dell’agenzia Agorà, Giovanna Marinetto.

«Un momento formativo così importante come quello del servizio civile che questi 40 ragazzi svolgeranno per il Comune di Campobasso, merita innanzitutto un grande in bocca al lupo. – ha dichiarato il sindaco Gravina accogliendo i giovani – L’entusiasmo e la passione proprie dei giovani rappresentano linfa vitale per qualunque amministrazione, non solo per quella della nostra città. A questi 40 ragazzi, 30 dei quali opereranno presso gli istituti scolastici cittadini a sostegno degli studenti diversamente abili, verrà garantito un momento di crescita umana e professionale importante e si tratterà per loro, anche di un modo concreto e diretto di rapportarsi al mondo del lavoro così come a quello della pubblica amministrazione. A tutti loro e a chi li affiancherà e guiderà in questo percorso che seguiremo con attenzione e partecipazione nel corso dei mesi futuri, va il nostro grazie».

«I giovani impegnati nel Servizio Civile a Campobasso da anni contribuiscono alla promozione della solidarietà e alla cooperazione, – ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali, Luca Praitano – in particolar modo per la tutela dei diritti sociali e per i servizi alla persona. Al contempo, tale collaborazione con il Comune si traduce anche in un importante periodo di crescita che consente di migliorare la capacità di confronto nel nostro contesto sociale e ancor più nel mondo del lavoro. Ai nuovi arrivati auguro di trascorrere un periodo stimolante e formativo, mentre sento di dover ringraziare sinceramente i ragazzi che nell’ultimo anno hanno dimostrato elevata sensibilità e particolari doti nelle mansioni in cui sono stati incaricati. A loro va un sincero augurio che il futuro sia costellato di successi e soddisfazioni, tanto meglio se utili al miglioramento della nostra bella città».