Home » Sport » Magnolia Basket e Accademia Britannica insieme nella Grande Mela. Per la gara col Civitanova due iniziative benefiche

Magnolia Basket e Accademia Britannica insieme nella Grande Mela. Per la gara col Civitanova due iniziative benefiche

Un progetto che, partendo dal basket, vuol essere anche l’occasione per apprendere la lingua inglese in quella che sarà una vacanza di studio a tutto tondo. L’Accademia Britannica, tra i main parter della Magnolia Campobasso, in sinergia con il club rossoblù e la Cestistica Campobasso ha in cantiere un summer camp di basket ed inglese dal titolo ‘L’Accademia Britannica vola a New York’. L’iniziativa è rivolta, in prima battuta, a tutti i tesserati dell’universo cestistico campobassano, ma le iscrizioni sono aperte anche a tutti gli altri appassionati e ai tesserati sia delle società molisane che degli altri club in giro per l’Italia.

«È un progetto ideato per tutti gli appassionati di basket – spiega Antonietta Ricciardi, direttrice dell’Accademia Britannica – che punta, con forza, sul fascino di una città come la ‘Grande Mela’. Oltre allo stretto aspetto cestistico, però, ci sarà attenzione anche all’apprendimento della lingua inglese, nonché al fascino dei monumenti e dei luoghi più caratteristici di New York in quello che sarà un programma di escursioni molto intenso con mete quali il Metropolitan Museum, il Moma, il ponte di Brooklyn, Little Italy, Times Square. Si tratta di un programma stilato di concerto con Magnolia e Cestistica Campobasso per porre l’accento, con forza, sull’aspetto cestistico». Per il 2020, anno di startup dell’iniziativa, è stata prevista un’unica sessione: due settimane tra luglio ed agosto. In tal senso, nelle prossime ore inizierà una fase di preiscrizione che durerà sino a fine marzo. Poi, entro la prima decade del mese di aprile, dovrà esserci la conferma dell’adesione con il versamento di una prima quota dell’intero corrispettivo in cui saranno compresi la quota per il volo, vitto, alloggio (in doppie o triple), ingressi nei siti culturali e trasporto negli States. Nelle due settimane negli Stati Uniti, per i partecipanti, ci sarà la possibilità di perfezionare il proprio inglese e, al tempo stesso, di migliorare i propri fondamentali cestistici in una serie di clinic che saranno tenuti da ex giocatori di spicco del panorama statunitense con esperienze di punta tra Ncaa ed Nba. Inoltre, nell’ambito della comitiva presente, saranno formati più gruppi che prenderanno parte ad un torneo internazionale giovanile ospitato nella metropoli statunitense. New York rappresenterà soltanto la prima di una serie di mete che la sinergia tra Magnolia Campobasso ed Accademia Britannica è pronta ad esplorare nei prossimi anni. Tra le città in predicato di far parte delle possibili destinazioni ci sono Città del Capo in Sudafrica, Tokyo in Giappone e Dubai negli Emirati Arabi Uniti, con la possibilità – anno dopo anno – di aggiungere nuove prospettive.

Intanto la prima uscita del nuovo anno sul parquet del PalaVazzieri, ma soprattutto la piena conferma del lavoro di responsabilità sociale del club rossoblù e di stretto rapporto col territorio, per La Molisana Magnolia Campobasso coincide con il confronto con il Civitanova Marche, che sarà momento di messaggi forti per il pubblico rossoblù ma non solo.

Presso lo store dell’impianto di via Svevo, infatti, sarà in vendita il calendario ufficiale delle magnolie per il 2020. Una pubblicazione glamour con le foto più significative scattate da Maurizio Silla a tutte le componenti del roster rossoblù, nonché allo staff tecnico. Il costo di ogni copia (10 euro) sarà devoluto interamente in beneficenza per Casa Martina, una nuova struttura di accoglienza rivolta alle donne in gravidanza per offrire loro un sostegno per vivere serenamente ed adeguatamente la loro maternità. Il sito è nato come progetto della Comunità terapeutica ‘La Valle’ di Toro in sinergia con il Movimento per la vita di Campobasso e la diocesi di Campobasso-Bojano. Non solo. Durante il riscaldamento le giocatrici rossoblù ed i componenti dello staff tecnico indosseranno una t-shirt speciale di vicinanza alle iniziative dell’Admo. L’associazione dei donatori di midollo osseo del Molise presieduta da Eugenio Astore sarà presente con un proprio stand all’ingresso dell’impianto per promuovere le proprie campagne di sensibilizzazione e per vendere degli ‘speciali panettoni’ in grado di sostenere le iniziative dell’associazione e la ricerca su leucemie, linfomi e mielomi. Pur essendo una piccola regione, infatti, il Molise manifesta il gran cuore in ogni occasione avendo fatto tipizzare circa cento volontari l’anno, provenienti principalmente da Campobasso e dalle zone limitrofe. Tra i fiori all’occhiello dell’Admo territoriale la borsa di studio ‘Carolina Sabatelli’ arrivata alla diciottesima edizione ed una legge regionale, quel del 6 dicembre 2005, che ha istituito la giornata regionale della donazione del midollo osseo.