Home » I fatti » Hotel Roxy, sopralluogo del sindaco: struttura non a rischio crollo ma da chiudere completamente

Hotel Roxy, sopralluogo del sindaco: struttura non a rischio crollo ma da chiudere completamente

Nella tarda mattinata di oggi il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, accompagnato dalla Polizia Municipale, dal dirigente della stessa, dai rappresentanti dei Vigili del Fuoco e dagli agenti della Polizia di Stato, ha effettuato un sopralluogo a sorpresa presso l’edificio dell’ex Roxy, di proprietà della Regione Molise, in piazza Savoia a Campobasso.

Dopo le ripetute segnalazioni giunte sia alle forze dell’ordine che all’Amministrazione comunale, quest’oggi il sindaco Gravina ha potuto verificare di persona le reali condizioni della struttura e ciò che vi si trova all’interno. «L’edificio dell’ex Roxy, come abbiamo constatato anche questa mattina, non presenta danni strutturali per cui qualunque ordinanza emettessimo come Amministrazione comunale per chiedere alla Regione un abbattimento in tal senso non troverebbe possibilità di attuazione, in quanto, come detto, la struttura non è pericolante. – ha dichiarato il Sindaco al termine del sopralluogo – Nel visitare l’edificio abbiamo avuto modo di renderci conto di come, all’interno, vi fossero presenti evidenti segnali riferibili alla frequentazione dello stesso da parte di persone che riescono ad accedervi nonostante i divieti. Per questo, chiederemo subito alla Regione Molise di effettuare dei lavori di chiusura di una serie di varchi che abbiamo individuato nelle zone a piano terra, varchi che andrebbero murati per bloccare definitivamente gli accessi, in attesa che la Regione prenda una decisione definitiva sull’abbattimento di questo immobile. Come Amministrazione comunale, oltre a continuare a stimolare la Regione per un intervento definitivo e risolutivo sulla questione, continueremo a vigilare, insieme alle forze dell’ordine, perché la struttura non diventi ancor più un luogo frequentato abusivamente».