Home » In evidenza » Ernesto Che Guevara raccontato alla Casa del Popolo dalla sorella Maria Victoria

Ernesto Che Guevara raccontato alla Casa del Popolo dalla sorella Maria Victoria

La Casa del Popolo di Campobasso ci ha abituato ad appuntamenti di spessore, interessanti e di stretta attualità sulla società moderna e sulla storia passata e su come si è arrivati alla società moderna, con i suoi difetti e le sue virtù. L’ospite di stasera, tuttavia, è di quelli che rappresentano più di ogni altro, probabilmente, il mito (politicizzato e controverso) di un personaggio divenuto mito dopo la morte; emblema in tutto il mondo per diversi motivi, a volte tra loro contrastanti: Ernesto “il Che” Guevara.

Maria Victoria Guevara, docente all’Universidad de la Habana Cuba, primogenita di tre fratelli nati dalle seconde nozze del papà di Ernesto (nel primo matrimonio oltre al Comandante ebbe altri quattro figli), ha fatto tappa alla Casa del Popolo di via Gioberti, piena all’inverosimile, per parlare della figura del celeberrimo fratello, in due “atti”: il primo riguardante gli aspetti prettamente familiari; la cultura, la crescita e i viaggi del Che che hanno ispirato anche numerosi film di successo. Il secondo sul simbolo della ribellione e dell’idealista pronto a morire per una causa, quella degli oppressi in sud America, che lo ha portato a diventare il rivoluzionario per eccellenza, con le sue idee e i suoi insegnamenti.

Con la Prof.ssa Maria Victoria Guevara, sapientemente introdotta dalla dott.ssa Chiara Santone, si è parlato della figura di Che Guevara, per farla conoscere in tutta la sua ricchezza e complessità, presentando il “Che” dal punto di vista familiare, della sorella: un viaggiatore, intellettuale, amante della letteratura e della fotografia, prima ancora che uomo politico che con le sue idee rivoluzionarie è riuscito a rimanere sempre e per sempre un personaggio estremamente d’attualità.