Home » Fuori le mura » Maltrattamenti e stalking, divieto di avvicinamento alla ex per un 29enne

Maltrattamenti e stalking, divieto di avvicinamento alla ex per un 29enne

L’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Termoli, nei giorni scorsi, ha eseguito una misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa, emessa dall’Autorità Giudiziaria, nei confronti di B.C.I., classe 90, resosi autore nei confronti della ex compagna dei reati di maltrattamenti e stalking. La misura è stata emessa dall’Autorità Giudiziaria in seguito alla segnalazione presentata presso il Commissariato di Termoli dalla donna che lamentava atteggiamenti aggressivi e persecutori, ripetuti nel tempo, da parte del suo ex fidanzato che non accettava l’interruzione della loro relazione.

Acquisiti elementi di riscontro da varie persone informate sui fatti, è stata quindi chiesta la misura del divieto di avvicinamento. Dall’entrata in vigore del nuovo protocollo d’urgenza del cosiddetto “codice rosso” a tutela di persone maltrattate in contesti familiari o affettivi vari, sono state circa 20 le procedure di urgenza avviate su segnalazione del Commissariato di Termoli.

Nel periodo dal 31 ottobre al 2 novembre, inoltre, in concomitanza con il ponte di “Ognissanti”, il Commissariato di P.S. di Termoli ha intensificato i controlli amministrativi presso gli esercizi pubblici. In particolare, all’esito di un mirato controllo svolto dalla Volante, l’Ufficio Anticrimine del Commissariato ha deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di cui all’art. 689 C.P. (somministrazione di alcolici a minorenni) il proprietario di un bar di Termoli sorpreso a vendere alcolici ad un minore di anni 15, riaffidato ai genitori. Nel corso della serata del 31 ottobre è stato, inoltre, svolto un mirato servizio congiunto da parte dell’Ufficio Amministrativo del Commissariato e del Comando della Polizia Locale di Termoli per monitorare analoghi fenomeni in centro storico. Nel corso dell’attività, che non ha evidenziato significative irregolarità, sono state identificate e controllate circa 30 persone.

Quanto all’attività generale di controllo del territorio posta in essere dagli uomini del Commissariato, nel corso del citato periodo, sono state identificate circa 80 persone e controllati 5 esercizi commerciali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: