Home » Cultura » Civitanova del Sannio, testimonianze di arte rupestre a Morricone del Pesco

Civitanova del Sannio, testimonianze di arte rupestre a Morricone del Pesco

Scoperta la prima testimonianza di arte rupestre in Molise a circa due chilometri da Civitanova del Sannio (IS) dal ricercatore Guido Lastoria al riparo rocciosoMorricone_civitanova_del_sannio di Morricone del Pesco. Lo studio, coordinato dal professor Carlo Peretto dell’Università di Ferrara (il cui nome è legato agli scavi del giacimento paleolitico di Iserina-La Pineta), è stato effettuato da Dario Sigari della cooperativa “Le Orme dell’Uomo” e presentato ora sulla rivista ”Archeologia Viva”, diretta da Piero Pruneti. I primi risultati della ricerca furono presentati l’estate scorsa e furono così esposti:

“Pur se in cattivo stato di conservazione, sulla parete rocciosa si riconoscono almeno quattro figure dipinte di animali, che consentono un confronto cronologico e culturale con altri ritrovamenti europei. Nello specifico è possibile ricondurre ad una probabile fase del tardo Paleolitico una figura zoomorfa, tracciata a linea di contorno di dimensioni ridotte (12×8 cm) con pigmento anche interno al dorso, che ne accentua il carattere naturalistico. Inoltre si annovera la traccia di una raffigurazione schematica ad andamento obliquo (4,5×5,5 cm), con un asse centrale da cui dipartono quattro coppie di segmenti tra loro sub paralleli, il cui riferimento a contesti neolitici è possibile grazie al confronto con quanto rinvenuto nella Grotta dei Cervi di Porto Badisco in provincia di Lecce. Altre pitture, sempre su base stilistica, possono essere ricondotte all’Età del Ferro, in particolare, almeno tre figure di animali (mediamente di 20×20 cm), di cui una è palesemente un equide. Analisi spettroscopiche sui pigmenti consentono di affermare che la figura più arcaica è stata realizzata con ematite”.

(tratto da archeomolise.it)