Home » In evidenza » Tifosi in subbuglio: domenica striscioni capovolti e tifo dal 45′ per protesta

Tifosi in subbuglio: domenica striscioni capovolti e tifo dal 45′ per protesta

Continua lo “stato di agitazione” della tifoseria organizzata rossoblù che dopo l’ultima delusione in ordine cronologico (la sconfitta col Porto Sant’Elpidio) sembrerebbe avere le idee chiare su colpe e responsabilità della cattiva partenza della squadra di Campobasso. Sulla pagina social del gruppo CNCB da questo pomeriggio è apparso il seguente post:

«In questi giorni ci siamo confrontati con la squadra e con l’allenatore del NOSTRO amato Lupo in merito all’attuale situazione in classifica. La squadra non gioca come dovrebbe e non riesce ad ottenere risultati positivi con continuità, è chiaro che qualcosa non va, a nostro parere il problema è o l’allenatore o la squadra che scende in campo. Non sta a noi decidere come reagire ma una cosa è certa qualcuno si deve prendere le responsabilità di questi errori (e di solito è l’allenatore), pertanto in accordo con tutti i rappresentanti della nord abbiamo deciso che da domenica prossima tutti i nostri vessilli e striscioni verranno esposti al contrario in segno di protesta verso chi scende in campo e chi li gestisce e per tutto il primo tempo rimarremo in silenzio, nel secondo tempo invece canteremo solo cori dedicati alla maglia e al movimento ultras in generale, questo in tutte le partite in casa da ora fin quando lo riterremo opportuno, per quanto riguarda le trasferte non mancherà la nostra voce per tutti i 90 minuti ma solo per rappresentare al meglio la CURVA e la CITTÀ che a nostro parere non deve mai sfigurare a prescindere dal numero sui gradoni e dai risultati in campo soprattutto in terra straniera.