Home » In evidenza » Candellori regala la prima vittoria casalinga per i Lupi dopo un’ottima prestazione (GALLERY)

Candellori regala la prima vittoria casalinga per i Lupi dopo un’ottima prestazione (GALLERY)

CAMPOBASSO-VASTESE 1-0

Rete 50’ Candellori.

Campobasso (4-3-1-2): Natale 6; Menna 6,5 (59’ Brenci 6), Pistillo 6,5, Dalmazzi 6, Vanzan 6,5; Tenkorang 6,5 (74’ Zammarchi 6), Pizzutelli 6,5 (90’ Cafiero sv) Bontà 6; Candellori 7; Musetti 5 (76’ Giampaolo sv), Alessandro 6,5 (86’ Njambe sv). A disp: Tano, La Barba, Martino, Energe. All.: Mirko Cudini

Vastese (3-4-1-2): Bardini 7; Pollace 5,5, Cacciotti 5,5 (70’ Alonzi 6) Cardinale 5,5; Marianelli 5 (63’ Zinni 6), Bardini F. 6, Ravanelli 6 (86’ Cavuoti sv), Pompei 6 (46’ Perocchi 6); Palumbo 6,5; Dos Santos 5,5, Esposito 5 (73’ Stivaletta 6). A disp: Di Rienzo, Ansini, Giorgi, Padovani. All. Marco Amelia.

Arbitro: Sig. Mattia Ubaldi di Roma 1. Assistenti: Fratello e Almanza di Latina.

Note: ammoniti Musetti, Bardini F., Pizzutelli, Cardinale, Giampaolo, Bontà. Angoli: 6-5. Recupero: 1’+ 5’. Spettatori 900 circa. Giornata uggiosa.

Il Campobasso torna davanti al pubblico amico dopo la disfatta col Notaresco. Cudini conferma il modulo nuovo con Tenkorang preferito a Brenci a centrocampo e Menna spostato a destra in difesa con Pistillo ad affiancare Dalmazzi al centro. La temibile Vastese del campione del mondo Marco Amelia invece si presenta con la coppia gol Dos Santos/Esposito in avanti. In tribuna stampa due ospiti di eccezione: Adelmo Berardo che torna dopo quasi un decennio a seguire dal vivo una partita dei lupi proprio contro la Vastese, squadra che evoca dolcissimi ricordi all’ex presidente rossoblù dell’ultimo Campobasso vincente, e il presidente della Regione Donato Toma.

Ospiti subito pericolosi dopo 63 secondi di gioco con Palumbo che sfrutta un rimpallo in area e per poco non fulmina Natale. Sfuggito ad uno scioccante svantaggio iniziale il Lupo ha due occasioni, una delle quali clamorosa con Musetti, ma prima Dalmazzi di testa da pochi passi colpisce alto e poi proprio Musetti a tu per tu con Bardini in contropiede si fa ipnotizzare dal portiere ospite. Due minuti dopo, al 20’, c’è anche il palo colpito da Candellori con un bolide di sinistro. Una fiammata di tre minuti della squadra di Cudini che avrebbe meritato il vantaggio. La Vastese comunque non sta a guardare e al 24’ è ancora Palumbo a rendersi pericoloso con un bello stop e tiro al volo dal limite parato centralmente da Natale. Grande azione rossoblù al 34’ con una bella percussione di Menna dopo il triangolo con Candellori; strepitosa la risposta di Bardini che salva la Vastese. Sul calcio d’angolo susseguente è incredibile come Pistillo non riesca ad inquadrare di testa la porta sguarnita a due metri di distanza non essendo marcato da nessuno. Ospiti sempre temibili quando si affacciano davanti: al 41’ è Ravanelli a calciare a botta sicura su sponda di testa ma la conclusione è rimpallata. E’ ancora Campobasso al 45’ con la coppia Musetti/Alessandro finalmente protagonista ma Bardini è insuperabile ancora una volta. Si chiude con questa occasione un bel primo tempo che ha certificato probabilmente il migliore Lupo visto fino a questo punto della stagione. L’unica nota negativa è la mancanza di cinismo sotto porta che non ha consentito alla formazione di Cudini di chiudere la partita nei primi 45 minuti con punteggio favorevole.

Ripresa che si apre subito col vantaggio del Campobasso: cross di esterno destro di Alessandro e tap-in vincente di Candellori con Bardini che questa volta non può nulla per evitare che la sfera finisca in rete. Al 69’ ancora grande occasione per Musetti, servito perfettamente da Pizzutelli al limite dell’area piccola ma l’attaccante rossoblù si mangia ancora una volta un gol fatto di testa. Le occasioni per i lupi fioccano ma purtroppo anche gli errori sotto porta. Al 68’ cross al bacio delizioso di Candellori per Bontà che di testa sembra voler replicare il gol di Tolentino, il pubblico è già pronto ad esultare ma la sfera non inquadra la porta con Bardini battuto. All’82’ Dos Santos ha la grande occasione per pareggiare ma Natale è strepitoso nell’uno contro uno salvando la porta del Lupo dalla beffa.

Gli ultimi minuti, sotto la pioggia, sono di sofferenza ma i rossoblù riescono a tenere il risultato e portare a casa una vittoria importantissima che poteva essere molto più larga per le tante palle gol prodotte. Dopo il brutto esordio col Notaresco ci voleva una prestazione del genere specialmente per riallacciare l’intesa con i tifosi. Il Campobasso c’è e il futuro, oggi, appare meno fosco di due settimane fa.