Home » In evidenza » Mennea Day, nel giorno che segna i 40 anni dal record nei 200 metri di Città del Messico la Fidal Molise celebra la “freccia del Sud”

Mennea Day, nel giorno che segna i 40 anni dal record nei 200 metri di Città del Messico la Fidal Molise celebra la “freccia del Sud”

Sono trascorsi esattamente 40 anni da quel 12 settembre 1979 quando Pietro Mennea fermò il cronometro a 19″72 nella gara dei 200 metri delle Universiadi di Città del Messico, stabilendo il record del mondo della specialità, rimasto imbattuto per quasi un ventennio. Oggi, come allora, la Federazione Italiana Atletica Leggera ha celebrato in tutta Italia il Mennea Day, un evento a carattere promozionale con l’obiettivo di avvicinare quanti più giovani possibile all’atletica nel nome del grande campione di Barletta.

Al campo Coni “Nicola Palladino” si sono ritrovate le società regionali di atletica: Gruppo Sportivo Virtus Campobasso, Polisportiva Molise e Atletica Isernia ma anche la pugliese Atletica Altamura che hanno schierato le loro batterie esclusivamente nei 200 metri, formate da piccoli atleti fino a giovani promesse. Cinque gli spari dei cronometristi, con tempi finali che vanno dal 35″79 fino a 23″47 dei gruppi misti maschi/femmine in gara. Presente alla manifestazione il Presidente del Coni Molise prof. Guido Cavaliere e il Presidente regionale della Fidal Dino Mucci che hanno premiato i vincitori.

Da domani, invece, largo alle altre specialità dell’atletica fino a sabato per una tre giorni di sport all’insegna della sana competizione innanzitutto con se stessi e poi con gli avversari.