Home » In evidenza » Il Campobasso non scende in campo, il Notaresco fa festa davanti a 1500 tifosi (GALLERY)

Il Campobasso non scende in campo, il Notaresco fa festa davanti a 1500 tifosi (GALLERY)

CAMPOBASSO-S.NICOLO’ NOTARESCO 1-3

Reti: 12’ Sansovini, 78’ Romano, 82’ Tenkorang, 95’ Liguori.

Campobasso (4-3-3): Natale 6; Candellori 5, Pistillo 6 Menna 5 Vanzan 6 (83’ La Barba 4); Bontà 5, Pizzutelli 5 (76’ Njambe 6), Brenci 5 (46’ Tenkorang 7); Zammarchi 6 (46’ Giampaolo 5), Musetti 4,5, Alessandro 4,5. A disp.: Tano, Fabriani, Cafiero, La Vecchia, Energe. All.: Mirko Cudini

S.N. Notaresco (4-4-2): Ginestra 6,5, Di Stefano 6,5, (57’ Ikramellah 6) Salvatori 6,5, Pomante 6,5, Ghiani 6, Frulla 6,5, Marcelli 6 (70’ Liguori 6,5) Blando 6, Cancelli 7 (81’ Di Saverio sv) ; Romano 6,5, Sansovini 6,5 (69’ Mele 6). A disp.: Colantonio, Gallo, Moscianese, Gentile, Gaetani. All. Roberto Vagnoni

Arbitro: Sig. Grasso di Ariano Irpino. Assistenti: Russo di Torre Annunziata e Ciannerella di Napoli.

Note: ammoniti Marcelli, Salvatori, Pizzutelli, Alessandro, Pistillo. Espulso all’83’ per doppia ammonizione Salvatori. Angoli: 9-3. Recupero: 2’+5’. Spettatori 1500 circa, giornata di sole terreno in ottime condizioni.

Inizia nel peggiore dei modi il campionato tra le mura amiche da parte del nuovo Campobasso targato Halley Holding. La risposta del pubblico rossoblù è buona con circa 1500 persone sugli spalti. Cudini schiera la squadra quasi in formazione tipo, unico assente lo squalificato Dalmazzi.

Dopo una prima fase di studio il Notaresco al 12’ fa male: discesa sulla destra di Di Stefano, Sansovini stoppa egregiamente in area, si accentra e infila in diagonale l’incolpevole Natale. Gran gol dell’attaccante ex Pescara con qualche indecisione di troppo della difesa che ha concesso un aggancio facile facile al numero 11 ospite. Il Lupo accusa il colpo e non riesce a imbastire una manovra offensiva adeguata per almeno un quarto d’ora. E’ il Notaresco anzi a rendersi ancora pericoloso con una bella girata sul primo palo di Romano su cross di Frulla alla mezz’ora esatta. La prima fiammata rossoblù arriva soltanto al 36’ quando Zammarchi scarica un sinistro violentissimo sull’angolo lontano di Ginestra che è bravo a farsi trovare pronto. Al 43’ Bontà segna a gioco fermo su una punizione di Alessandro per un presunto fuorigioco. Finisce qui un primo tempo che ha visto un Campobasso molto contratto che ha concesso troppi spazi e costruito molto poco.

Nella ripresa Cudini prova a scuotere i suoi inserendo Tenkorang e Giampaolo e subito quest’ultimo si vede dopo 4 minuti impegnando sempre Ginestra aiutato anche dal palo nell’occasione. Col passare dei minuti la pressione dei padroni di casa aumenta ma non si riesce a produrre azioni degne di nota. E’ il Notaresco anzi a raddoppiare al 78’ con Romano lanciato in contropiede da un assurdo errore di Giampaolo a centrocampo con la squadra tutta proiettata in avanti. Errore da matita blu per il giocatore del Campobasso ma c’è anche da dire che nel tentativo di recuperare Cudini aveva effettuato un cambio molto discutibile togliendo l’unico centrocampista centrale (Pizzutelli, che stava comunque facendo molto male) per un altro attaccante esterno come Njambe.

La speranza si riapre all’82’ quando Tenkorang irrompe in area di rigore su un cross di Vanzan, schiacciando di testa in rete. I lupi hanno anche l’opportunità di giocare un quarto d’ora con un uomo in più per l’espulsione per doppia ammonizione di Salvatori ma il forcing finale non produce nulla se non la delusione del pubblico di casa che, dopo la vittoria all’esordio, già sognava il bis ed invece ha visto una squadra che è sembrata ancora debole in tutti i reparti e che dovrà necessariamente crescere per ambire ad un campionato di alta classifica. Il gol che chiude ogni speranza arriva poi con La Barba che sbaglia il disimpegno e regala a Liguori il più facile dei gol al 95’. Male, anzi: malissimo.