Home » I fatti » No alla chiusura del punto nascite a Termoli, l’on. Occhionero pensa all’intervento del Presidente della Repubblica

No alla chiusura del punto nascite a Termoli, l’on. Occhionero pensa all’intervento del Presidente della Repubblica

«Stiamo valutando le possibili strade da percorre insieme per scongiurare la chiusura del Punto Nascita a Termoli. Quella, lo confermo, che ho già definito una scelta scellerata». E’ quanto dichiarato dalla parlamentare molisana, Giuseppina Occhionero, a margine dell’incontro di ieri, che si è svolto a Termoli, con alcuni sindaci della zona.

«Siamo stati sollecitati insieme ad altri colleghi – ha spiegato la deputata di Liberi e Uguali – a farci promotori di iniziative forti a sostegno della proteste che, dopo la piazza, devono ora trasformarsi in proposta e azione politica. Cercheremo di fare ogni cosa pur di restituire all’ospedale di Termoli un reparto così importante ma – ha aggiunto l’onorevole Occhionero – faremo di tutto per garantire il diritto di ogni mamma e di ogni neonato di ricevere le cure di cui hanno bisogno nel posto più vicino a casa».

La scorsa settimana, Giuseppina Occhionero, è intervenuta a Montecitorio proprio per contestare la decisione di chiudere il Punto Nascita: «Ho appena depositato un’interrogazione al ministro Grillo – ha dichiarato la parlamentare – ma stiamo valutando la possibilità di chiedere un incontro, allargato anche ai tanti sindaci della zona, al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella».