Home » Cultura » Gabriella Tirincanti e le sue “diavolerie”, prima assoluta in città della personale di pittura dell’artista romana

Gabriella Tirincanti e le sue “diavolerie”, prima assoluta in città della personale di pittura dell’artista romana

Per la prima volta a Campobasso la personale di pittura di Gabriella Tirincanti, pittrice romana con legami profondi in Molise. La mostra “Le diavolerie di Gabriella” si terrà dal 21 al 24 giugno 2019 a Campobasso, in corso Vittorio Emanuele 59, in concomitanza con i festeggiamenti del Corpus Domini e della sfilata dei “Misteri” del Di Zinno.

Gabriella viene da due eventi importanti: la mostra d’arte contemporanea “Alle radici dell’umano” svoltasi dal 20 al 28 aprile a Matera, città dei “Sassi” e capitale europea della cultura 2019. La rassegna internazionale d’arte contemporanea “Mater Mediterranea” allestita nella sala espositiva della grande Moschea di Roma, dal 13 al 30 giugno 2019. Ama definirsi così: «Pittrice?… piuttosto una tavolozza variopinta di pensieri che, a seconda degli stati d’animo, si materializza in linguaggi pittorici trovando spazio tra frenetiche sensazioni che non hanno nulla di naturale se non esplosioni dell’anima.

Cosa è Arte se non esternazione delle proprie emozioni? I colori poi sono i mandanti, i migliori amici e confidenti cui affidare la propria pazzia. Non sono mai sola quando dipingo. I miei colori, Esseri Viventi, sono i maestri, la guida, sussurrano nel rumore della tela, e con essi prendono spazio anche materiali diversi… il rumore fa parte della poesia del dipingere così come la musica, il profumo delle essenze e delle terre. Allora via libera a carta, argilla,spago, a tutto ciò che riesce a sollecitare e soddisfare il gusto e l’eleganza, esigenze dello spirito: lasciando intravedere all’interno della stessa materia un’altra realtà di squarci e illuminazioni improvvise».

Dell’arte di Gabriella, la scrittrice isernina Shaana De Santis, scrive: «Vortice… Come onde, materia ed emozione si fondono dolcemente,mescolandosi e sciogliendosi nel flusso aggressivo del colore… Gabriella è vita morsa… Quale sapiente e gioiosa maestra nel condurre lo spettatore in mondi sognati ed involontariamente sepolti dell’inconscio,conduce l’occhio verso territori ardenti… Squarci interiori espressi in pennellate potenti,saggi tagli nel cuore… Emotivi ricordi dell’Io che torna a sé,nel suo dialettico scontro con il mondo… Quando un vero artista si esprime,plasma il vissuto di chi ha il piacere di incappare nella sua opera… Con la Tirincanti si cade in un allegro baratro pulsante di vibrazioni sottili e sconcertanti… Oserei parlare di sisma della psiche,stravolta ed avvolta in materiali vari;semplici strumenti di una creatività incondizionata. Incandescente…. Terapia all’essenza… Percorso verso il centro di se stessi… Ritorniamo al nostro io primordiale, curiosando in queste urla … Stremata,la mente accetta l’opportunità di viaggiare nell’immagine,specchio dei nostri battiti… Rumori rudi, di umori contrastati… Reporter dei moti dell’animo… Scuote l’avvolgente tango della tela,avvinta da ispirazione pura».

Appuntamento per l’inaugurazione della mostra il 21 giugno alle ore 17.30 in Corso V.Emanuele 59; per l’occasione saranno presenti la pittrice Gabriella Tirincanti e la scrittrice Shaana De Santis. I visitatori saranno accolti dal curatore della mostra Max Spark e dalle note musicali dei Deejay D.B e SPG. e accompagnati in un viaggio suggestivo e fantastico.