Home » Fuori le mura » Accusato di furto rintracciato dalla Polizia nell’agrigentino, 20enne ai domiciliari

Accusato di furto rintracciato dalla Polizia nell’agrigentino, 20enne ai domiciliari

La Polizia di Stato di Campobasso e Agrigento nella mattinata di ieri hanno dato esecuzione ad una ordinanza applicativa di misura cautelare a carico di B. N., di vent’anni, originario dell’agrigentino ma residente a Campobasso, sottrattosi al provvedimento del Giudice sin dal giorno 8 maggio 2019.

Il giovane è accusato in concorso con A.D., altro giovane di 20 anni già assoggettato agli arresti domiciliari l’8 maggio 2019 per il furto di diversi materiali custoditi all’interno di un garage nel quartiere “Venezia” di Campobasso e per un furto all’interno di un esercizio commerciale di telefonia del centro cittadino di Campobasso. B.N., nonostante fosse a conoscenza del provvedimento richiesto dal Procuratore della Repubblica di Campobasso ed emesso dal G.I.P., ha ritenuto si sottrarsi alla misura degli arresti domiciliari, permanendo nella cittadina di Favara, luogo d’origine.

La Squadra Mobile di Campobasso, con la collaborazione dell’omologo ufficio agrigentino, a seguito di ricerche, ha rintracciato l’indagato traendolo in arresto. L’uomo è stato poi tradotto a Campobasso dove è stato posto agli arresti domiciliari, con divieto di allontanarsi dal luogo di detenzione e di comunicare con persone diverse dal difensore e da quelle con le quali coabita.