Home » Pagina aperta » Blow Art, il tema dei migranti al centro del terzo appuntamento
Mostra foto "Out of the box"

Blow Art, il tema dei migranti al centro del terzo appuntamento

Le foto di Lello Muzio

Ha avuto luogo venerdì 17 maggio il secondo appuntamento dell’interessante rassegna artistica del Blow Up. Nel piacevole e accogliente contesto della sala espositiva Malatesta, i visitatori hanno potuto contemplare e apprezzare opere di diversi artisti, inerenti al tema della problematica ambientale e delle conseguenze sul pianeta Terra.

Le serie fotografiche di Simone di Niro, Lello Muzio e Silvano Mastrolonardo hanno offerto un’ampia prospettiva e una saggia, oltre che esteticamente splendida, panoramica sulla riflessione del rapporto uomo-natura, dell’inquinamento e del suo effetto sul mondo animale. Le nuove generazioni hanno avuto spazio nei collage dell’installazione di Marisa Pia Boscia e Shaana De Santis, esito di una valida esperienza pedagogica sul territorio locale. Hanno suscitato interesse gli interventi di Manuela Cardarelli di Legambiente Molise con i suoi buoni consigli per inquinare di meno e di Erik Ferrante che ha parlato dell’importanza dei G.A.S. (Gruppi di Acquisto Solidale) con i prodotti a km 0 fatti con materie prime non geneticamente modificate. Performance di danza, ottima musica, belle persone e calda accoglienza del Blow Up hanno reso splendida una serata gioiosa, sebbene contraddistinta da una tematica forte.

Il terzo appuntamento sarà venerdì 24 maggio, sempre al Blow Up, dove l’attenzione s’indirizzerà sullo scottante tema dei migranti, analizzato dalle sensibilità artistiche coinvolte. Durante la serata sarà aperta la mostra “Out of the box”, che la poetica didascalia di Shaana De Santis così introduce: “Fuori dalla scatola. Fuori dal tempo. Fuori. Ci vedono spenti, Inutili pesi. Ci vogliono non uomini, Sospesi. Come scatole di cartone, Fragili e povere. Intendono calpestarci. Senza chiederci il nome. E di uscire sogniamo, Dall’incubo in cui ora sostiamo”.

Inoltre, sarà ancora possibile visitare la mostra inaugurata presso la sala Malatesta. Con “The Sound of the Zoo”, il video set curato da Peppe di Iorio aka DJ D.B, inizierà, infine, il viaggio elettronico tra i suoni che dalla giungla amazzonica muovono verso l’India, passando per l’Africa.