Home » In evidenza » Fabrizio Perrella vince i Campionati Assoluti di tennis indoor confermando una supremazia che dura da anni

Fabrizio Perrella vince i Campionati Assoluti di tennis indoor confermando una supremazia che dura da anni

Una volta di più, se ve ne fosse ancora bisogno, il rettangolo del campo da tennis ha dato il suo responso: Fabrizio Perrella, 37enne maestro bojanese dell’Associazione Tennis Campobasso di via Duca d’Aosta, è il più forte tennista molisano del momento. Ma la sua supremazia non la scopriamo certo oggi; negli ultimi dieci anni Perrella, senza tema di smentita, è una spanna su tutti, inarrivabile, senza nulla togliere ad atleti che, tuttavia, hanno scelto altre regioni dove svolgere la propria attività agonistica.

A coronamento di questa supremazia (che da un lato ci inorgoglisce ma dall’altro fa venire a galla la difficoltà a venir fuori di nuove leve nella nostra regione, ricambi generazionali che occorrerebbero come l’ossigeno per portare avanti tutto il movimento), è arrivata la vittoria dei Campionati Regionali Assoluti indoor 2019 conclusisi nel pomeriggio di oggi. Sul nuovo campo coperto in terra dell’Associazione di Villa de Capoa, Perrella ha sconfitto con un netto 61 60 il termolese pari classifica (2.8) Alberto Mastrangelo, nonostante una fastidiosa contrattura ad un polpaccio (sic!). Un match comunque di alto livello, di quelli ai quali in Molise non si assiste spesso, fatto di potenza, precisione e colpi ad effetto da ambo le parti. In precedenza il maestro aveva avuto ragione di un altro sempreverde campobassano: quel Giovanni Mite che probabilmente resterà ancora a lungo l’uomo da battere della terza categoria: 63 62 il punteggio finale. Dal canto suo l’encomiabile Mastrangelo in semifinale aveva liquidato, perdendo però il primo set 61, il giovane promettente Vittorio Berzo (3.2) 16 63 64.

Ma il bilancio più che positivo di questi assoluti 2019, fortemente voluti dal neo delegato provinciale FIT Stefano Fasciano e perfettamente ospitati dal sodalizio del presidente Giuseppe Morrone, è costituito anche da altre belle realtà come il quattordicenne astro nascente Giorgio Rizzi (3.2); Sevan Bottari (3.4 anche lui 14enne); del bojanese Antonio Prioriello, vincitore del torneo di casa ad inizio anno; di Paolo Ciarlariello (3.4) che pian piano sta riprendendo la sua forma migliore. Senza dimenticare la IV categoria e gli N.C. dove a primeggiare nelle finali del mattino, rispettivamente, sono stati Giuseppe Boccardi (4.1) su Massiliano Leso senior (4.1) 75 16 62, e Di Bartolomeo su Straccialano 75 26 63 tra i non classificati.

emmesse