Home » In evidenza » Il sigillo di capitan Di Gregorio sulla vittoria della Magnolia a Savona

Il sigillo di capitan Di Gregorio sulla vittoria della Magnolia a Savona

MIKAH CESTISTICA SAVONESE SAVONA-LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO 52-66

(16-22, 25-33; 38-54)

Savona: Azzellini (0/2 da 3), Penz 13 (1/4, 3/9), Zolfanelli 5 (0/4, 1/3), Svetlikova 6 (2/10), Guilavogui 2 (1/6); Vitari 9 (3/5, 1/2), Sansalone 9 (1/1, 2/6), Tosi 8 (1/5, 2/4), Villa (0/1). Ne: Ceccardi, Roncallo e Pregliasco. All.: Bracco.

Magnolia CB: Porcu 4 (2/5, 0/1), Di Gregorio 24 (6/9, 3/5), Ciavarella 9 (3/9, 1/2), Želnytė 4 (2/5), Bove 12 (5/10, 0/3); Reani 13 (6/14, 0/1), Falbo, Marangoni (0/1), Sammartino. Ne: Landolfi. All.: Sabatelli.

Arbitri: Sironi (Milano) e Fusari (Pavia).

Note: osservato un minuto di raccoglimento in memoria del coach Alberto Bucci. Tiri liberi: Savona 7/13; Campobasso 6/8. Rimbalzi: Savona 45 (Guilavogui 13); Campobasso 37 (Reani 12). Assist: Savona 17 (Penz 7); Campobasso 20 (Porcu 9). Progressione punteggio: 7-11 (5’), 21-25 (15’), 30-46 (25’), 49-56 (35’). Massimo vantaggio: Savona 2 (16-14), Campobasso 20 (34-54).

Con sole sei rotazioni del proprio nucleo base (Mancinelli era rimasta nel capoluogo di regione per le sedute di fisioterapia, Marangoni era sì a referto, ma condizionata da alcuni malanni di stagione per cui è stata utilizzata solo durante il quarto periodo), coach Mimmo Sabatelli deve giostrare di bilancino il suo gruppo, ma nel primo quarto ha una sontuosa Roberta Di Gregorio che mette a segno 18 punti che fa saltare il banco, dando maggiori certezze al gruppo rossoblù, dopo un avvio all’insegna della parità con un primo strappo fatto di un 5-0 scritto proprio dalle iniziative dell’esterna tarantina.

Nel secondo quarto le campobassane paiono partire d’inerzia, Savona però si riavvicina con 5 punti in successione di Vitari, prima che Želnytė e Reani non ricaccino le liguri a -4. Ci pensa poi Bove (dal campo e dalla lunetta) a portare il distacco ad 8 punti (25-33), parziale con cui si va all’intervallo lungo.

Ancora Bove on fire porta il vantaggio dei #fioridacciaio in doppia cifra in avvio terzo quarto ed è la stessa casertana, col suo decimo punto, a dare ancora più margine a quello che è lo strattone decisivo del team rossoblù. Ciavarella, Porcu e Di Gregorio allontanano definitivamente le liguri con le magnolie che arrivano anche sul +20, situazione che potrebbe rendere il resto della contesa un’occasione per sistemare degli aspetti in prospettiva. Così non è perché Savona parte forte nell’ultimo periodo con un parziale di 11-2, ma le magnolie sanno come reagire e portare a casa il referto rosa forti di un +14 finale all’insegna di un 66-52.

«Era una gara difficile per diversi motivi, non ultimo le problematiche fisiche con cui abbiamo dovuto fare i conti in settimana, ma le ragazze, ancora una volta, mi hanno dato un’importante dimostrazione di carattere. E non posso che fare loro i miei più grandi complimenti».