Home » Cultura » “Celenza sul Trigno attraverso i suoi personaggi”, presentata l’ultima fatica di Antonio Cieri

“Celenza sul Trigno attraverso i suoi personaggi”, presentata l’ultima fatica di Antonio Cieri

libro celenzaPresso l’ex Convento di San Donato, ora RSA “Il Chiostro”, di Celenza sul Trigno, organizzata dall’Associazione Senectuti Reverentia Onlus si è svolta ieri la presentazione dell’ultima fatica dello scrittore-amministratore celenzano ‘doc’ Antonio Cieri: “Celenza sul Trigno attraverso i suoi personaggi”, edito da Il Torcoliere di Vasto nell’agosto scorso.

Antonio Cieri

Antonio Cieri

Presenti al convegno numerose autorità, non solo del posto ma di tutto il circondario. A fare da moderatore il collega Orazio Di Stefano che ha introdotto via via i vari studiosi e personaggi di Celenza, primo fra tutti il prof. Francesco Mugoni, poeta e profondo conoscitore del territorio che ha elogiato il lavoro del Cieri con parole di encomio e ringraziamento per un’opera che va ad inserirsi in un contesto letterario come tassello mancante a riempire un vuoto finora esistente. Dopo di lui il prof. don Antonio Bevilacqua, prelato e professore vastese che ha recentemente festeggiato i 50 anni di sacerdozio. Poi è stata la volta dell’avv. Pierpaolo Andreoni cui è affidata la prefazione del volume insieme agli altri. Mugoni ha ripercorso anche un po’ la vita dello scrittore, introducendo i contenuti del suo lavoro. Via via, poi, gli interventi delle autorità presenti. Il sindaco di Vasto avv. Luciano Lapenna ha, invece, ricordato l’iter che ha portato alla creazione della RSA “Il Chiostro”, fiore all’occhiello non solo di Celenza sul Trigno ma di tutto il territorio vastese.

celenza_13.09.14_3Dal lavoro di Antonio Cieri emerge una storia locale, la storia di Celenza attraverso i suoi personaggi dai primi dell’Ottocento ai giorni d’oggi. Personaggi raccontati attraverso un minuzioso lavoro di ricerca “documentata” dell’autore la cui peculiarità universalmente riconosciuta è proprio quella della documentazione, cioè delle “prove provate” di ciò che egli narra. Personaggi viventi in paese o quelli che hanno lasciato il segno e adesso vivono o sono vissuti lontano, anche all’estero. Personaggi religiosi, politici, amministratori, di cultura, della società civile che hanno trascorso la loro vita e operato per la comunità celenzana, descritti indipendentemente dai loro meriti, accompagnati il più delle volte da fotografie storiche e moderne che, a volte, narrano più delle parole scritte.

Un’opera, insomma, che non solo mancava nel panorama letterario-culturale di Celenza sul Trigno e personale di Antonio Cieri (che quasi era obbligato a scriverla per la profonda conoscenza della sua terra natìa) ma che difficilmente potrà essere ‘integrata’ in quanto già mirabilmente completa.

Maurizio Silla

1 Commento

  1. Ciao Antonio, sono Franco spiacente non aver potuto partecipare per impegni di lavoro alla bellissima e riuscita manifestazione relativo alla presentazione del tuo libro. Ciao e in bocca lupo