Home » In evidenza » Lupi, a Monte San Giusto parte il campionato numero 37 in serie D. Due i precedenti: una sconfitta (2018) e una vittoria (2008)

Lupi, a Monte San Giusto parte il campionato numero 37 in serie D. Due i precedenti: una sconfitta (2018) e una vittoria (2008)

Quello che comincia a Monte a San Giusto per il Campobasso è il campionato numero 37 di serie D della sua storia. La Sangiustese rappresenterà la partita n. 1215 in una categoria che, nelle sue varie versioni (Nazionale Dilettanti, Quarta Serie, Interregionale) ha significato per il “lupo” ventitré volte il quarto livello del calcio italiano, occupato in altre quattro circostanze ai tempi della C2 (1989/1990 e poi dal 2010 al 2013). Fin qui sono 470 le vittorie a fronte di 381 sconfitte e 363 pareggi. I rossoblù, sono alla ricerca del terzo successo dopo quelli del 1975 (all. Balleri) e del 2000 (all. Busetta).

Il girone F ricalca a grandi linee quello dello scorso anno. Blocco marchigiano ed abruzzese, con il ritorno della romagnole, un anno fa nel girone D. Accanto a Vastese, Sangiustese, Avezzano, Olympia Agnonese, Matelica, Francavilla, Castelfidardo, Recanatese, Jesina e San Nicolò (che si è trasferito a Notaresco), il Campobasso ritrova la Sammaurese (avversaria nel 2016/17), le neopromosse Isernia e (Real) Giulianova dopo tre campionati, e le vecchie conoscenze Forlì e Cesena, che usa la matricola del “Romagna Centro” già sfidato dal Campobasso due anni fa. Contro i galletti biancorossi l’unico incrocio risale all’89/90, mentre i precedenti col Cesena rimandano ai tempi della B (dall’83 all’87). Novità assolute per i colori rossoblù il Santarcangelo e le matricole Savignanese e Montegiorgio.

Unico precedente per il “lupo” in un girone a 20 è vecchio di venticinque anni (girone H, 1993/94, che aveva però un’altra caratterizzazione geografica: Puglia, Campania, Lucania). Per la terza volta in serie D si partirà con una penalizzazione: -3 nel 2008/09, -4 l’anno scorso ed ora -2. I record da battere: 24 vittorie e le sole 2 sconfitte (stagione 97/98), i 62 gol all’attivo (2007/08) e i soli 12 al passivo (74/75).

Sono soltanto due i precedenti in casa della Sangiustese: quello dello scorso 7 gennaio (1-0 per i marchigiani, rete di Villa) e quello del 5 aprile 2008 (2-3, con rimonta molisana firmata Todino, Majella e Sorrentino, dopo che Tartarelli e Polinesi avevano illuso i padroni di casa). In casa marchigiana da questa stagione opera, in qualità di responsabile della comunicazione, l’ottima Marta Bitti, già “avversaria” del lupo ai tempi della Civitanovese (2014/15) e Fermana (2015/16 e 2016/17). A lei un grande in bocca al lupo, ma solo per trentasei gare su trentotto….

s.c.