Home » I fatti » Salviamo il Campobasso: l’appello del consigliere regionale De Chirico, primo politico ad unirsi al tentativo dei tifosi

Salviamo il Campobasso: l’appello del consigliere regionale De Chirico, primo politico ad unirsi al tentativo dei tifosi

Il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle Fabio De Chirico interviene sulle vicende che stanno intreressando in questi giorni la difficoltà della società di calcio del capoluogo a sopravvivere e l’impegno, enorme, dei tifosi che tentano in tutti i modi di compiere un vero e proprio miracolo.

Un calcio al pallone e uno alla disaffezione

Non si vive di soli ricordi, ma quando si parla del Campobasso sembra essere così. La passione sportiva che ho visto vivere dalla città negli anni ’80 non è svanita nel nulla. Quell’attaccamento ai colori rossoblu non si è infranto oggi in un muro di indifferenza. E gli imprenditori molisani di oggi, allora in erba, non hanno dimenticato l’enorme portata economica e sociale che può avere una squadra di calcio molisana a certi livelli. Da qualche parte, sono certo, c’è un orso in letargo pronto ad aprire gli occhi e svegliarsi. Un orso che rappresenta una città e una regione. Quale momento migliore è questo per dargli uno scossone?
Se dobbiamo ringraziare qualcuno per averlo mantenuto in vita questo è sicuramente Giulio Perrucci, l’uomo che da oltre cinque anni porta il pesante fardello con passione e sacrificio e che ho voluto incontrare di persona per conoscere la portata dell’emergenza e la plausibilità di una “riscossa”. Ho visto negli occhi un po’ di sconforto per i rapporti esauriti e per quelli ancora cercati con i potenziali soci o acquirenti, ma ho visto soprattutto coraggio e l’entusiasmo di chi vuole vincere un campionato nonostante tutto.

C’è un bisogno urgente ora, in pochi giorni, trovare le risorse per il costo dell’iscrizione della squadra alla categoria. E poi ovviamente le risorse più onerose per la gestione generale della società. Niente comunque che sia insostenibile per dieci benedetti imprenditori di buon animo che vogliono svegliare l’orso che dorme e ricreare un fenomeno sociale, non solo sportivo, ormai sopito. A voi dieci idealmente chiedo un segnale di passione e coscienza e di chiamare subito chi è ancora il referente del progetto. Più concretamente proverò a contattare qualcuno di voi personalmente. Al Presidente della Regione Toma, semplicemente in qualità di campobassano e profondo conoscitore del tessuto imprenditoriale della zona, chiedo di dare attenzione e trasmettere questa urgenza. Volendo potrebbe cominciare con i diciannove imprenditori molisani che lo stanno accompagnando oggi nella “missione economica” in Albania. Mettiamo in salvo il patrimonio Campobasso calcio.

Per i tifosi, come me, è partita una raccolta fondi ufficiale su una carta Poste pay (nr.4023 6006 6623 6189 Cod. fiscale CLNRNT73C04B519G) dove poter prenotare un abbonamento per la prossima stagione da 50, 100 o 150 euro. Nel caso la stagione non parta, avrete rimborsata la spesa. In entrambi i casi è importante conservare la ricevuta.