Home » I fatti » Super Centro Assistenza Agricola per snellire il rapporto tra imprenditori e pubblica amministrazione. Coldiretti Molise: “Siamo pronti”

Super Centro Assistenza Agricola per snellire il rapporto tra imprenditori e pubblica amministrazione. Coldiretti Molise: “Siamo pronti”

Sburocratizzare per snellire le procedure consentendo agli imprenditori agricoli di utilizzare al meglio il proprio tempo: questo l’obiettivo che Coldiretti Molise intende realizzare in tempi rapidissimi dando operatività alla delibera con cui la Giunta Regionale ha istituito un nuovo strumento operativo denominato “Super CAA”.

“Ad oggi – spiega il delegato confederale di Coldiretti Molise, Giuseppe Spinelli – attraverso il Caa, (Centro Assistenza Agricola) la nostra Organizzazione assolve già a numerose funzioni delegate dalla Pubblica Amministrazione e l’avvio del Super CAA – prosegue – ci consentirà di rendere ancora più rapidi una serie di servizi a tutto vantaggio degli imprenditori agricoli i quali, in tal modo, potranno evitare lungaggini burocratiche impiegando al meglio il loro tempo”.

Dal 1999, anno della loro istituzione, i CAA curano e istruiscono numerose pratiche essenziali per la vita delle imprese agricole, fungendo da “filtro” nel dialogo tra privati e Pubblica Amministrazione. A titolo esemplificativo va ricordato che i CAA si fanno carico: delle attività connesse alla tenuta del fascicolo aziendale, dell’accettazione e registrazione a sistema delle domande di premio o contributo, della gestione delle anagrafi zootecniche, forniscono assistenza nell’applicazione delle regole di condizionalità in agricoltura ma anche consulenza in ordine alle opportunità di finanziamento agevolato, nella contrattualistica e nella predisposizione ed aggiornamento del registro dei trattamenti. I CAA sono stati quindi pensati come uno strumento di semplificazione amministrativa a tutto vantaggio sia della parte pubblica, che viene sgravata dalla conduzione di molteplici istruttorie, sia della parte privata, che può rivolgersi ad un unico e competente interlocutore per l’avvio e la definizione di molte pratiche connesse alla propria attività, riducendo in maniera drastica i tempi delle istruttorie da 180 a 60 giorni.

Solo per citare i principali, i procedimenti la cui istruttoria documentale può essere affidata ai SuperCAA spaziano dalle domande di riconoscimento delle fattorie didattiche e di quelle sociali, a quelle per ottenere il risarcimento dei danni arrecati dalla fauna selvatica; dalle domande per l’ottenimento dei permessi a costruire in zona agricola, all’accertamento dei requisiti per l’esercizio dell’attività agrituristica, passando per la cura delle domande ad istruttoria automatizzata del Psr, per il rilascio della attestazione di IAP fino al rilascio ‘a vista’ dei libretti uma per l’acquisizione di gasolio ad accise agevolate, fino all’autorizzazione di circolazione delle mietitrebbie per cui attediamo solo la convalida delle procedure operative”.

“Per questo – spiega il direttore regionale di Coldiretti Molise, Aniello Ascolese – Coldiretti mira ad offrire un servizio di prossimità, svolto in piena sinergia con l’apparato pubblico, che spesso anche a causa delle continue riforme normative, trova difficoltà ad adeguare le proprie strutture e a rispettare i tempi per l’evasione delle pratiche, scaricando sui privati le inefficienze e i ritardi del sistema”.

“L’idea del Super CAA – ricorda Giuseppe Spinelli – nata nel 2011, da una lungimirante intuizione dell’assessore all’Agricoltura Nicola Cavaliere, oggi può trovare, con il suo ritorno alla guida dell’assessorato, una concreta attuazione. Questo – rimarca il delegato confederale di Coldiretti Molise – consentirebbe di ottenere il duplice vantaggio di velocizzare i servizi e nel contempo sgravare di varie incombenze il personale della Regione che in tal modo potrebbe essere impiegato su altri fronti”. Dunque, per Coldiretti Molise il Super CAA è uno strumento utilissimo che si auspica possa essere reso operativo al più presto. “Come già comunicato ufficialmente – conclude quindi Spinelli – Coldiretti è pronta a partire per tutte le funzioni attribuite al nuovo strumento. Attendiamo dunque solo il via libera da parte dell’Assessorato all’Agricoltura”.