Home » I fatti » Approvato dalla Giunta regionale il servizio di assistenza domiciliare per i disabili

Approvato dalla Giunta regionale il servizio di assistenza domiciliare per i disabili

La Giunta regionale ha approvato il Programma attuativo “Servizi ed azioni per persone con disabilità severa e con grave non autosufficienza assistite a domicilio” e il Disciplinare per la realizzazione dell’intervento. Il finanziamento previsto è pari ad euro 3.390.480,00, di cui 395.000,00 rinvenienti da risorse regionali.

“L’obiettivo è assicurare – spiega il presidente Toma – un sistema assistenziale domiciliare alle persone in condizione di disabilità gravissime e ai minori con grave disabilità per i quali è anche prevista la frequenza di corsi per l’acquisizione di maggiori livelli di autonomia. Per i soggetti che frequentano i Centri socio-educativi diurni sarà favorito l’inserimento in attività progettuali, a carattere sperimentale, finalizzate a migliorare l’inclusione sociale e l’apprendimento di nuove competenze. Un’attenzione particolare è stata riservata agli Ambiti territoriali speciali di Agnone e Venafro per il trasporto di persone con disabilità grave costrette a frequentare i Centro socio-educativi di Isernia, per l’assenza nel territorio di riferimento di tali strutture.

Le finalità e le aree prioritarie di intervento – prosegue il governatore – riguardano il rafforzamento del supporto alla persona non autosufficiente ed alla sua famiglia attraverso l’incremento dell’assistenza; la previsione di un supporto alla persona non autosufficiente, in condizione di disabilità gravissima, ed alla sua famiglia, con trasferimenti monetari destinati all’acquisto di servizi di cura ed assistenza domiciliare; interventi complementari all’assistenza domiciliare, a partire dai ricoveri di sollievo in strutture sociosanitarie; azioni di supporto individuate nel progetto personalizzato.

Siamo consapevoli – conclude Toma – che si tratta di un tema molto delicato, dove tante sono ancora le cose da fare. Il Programma che abbiamo approvato ritengo sia un segno tangibile di come l’Amministrazione regionale voglia intervenire in modo più incisivo su questo settore”.