Home » CNU 2018 » Basket, la panchina lunga del Cus Milano schiaccia il Cus Molise

Basket, la panchina lunga del Cus Milano schiaccia il Cus Molise

CUS MILANO-CUS MOLISE 85-72

(25-20, 44-33; 61-58)

Cus Milano: Fumagalli 17, Siberna 20, Menezes Crisaff Bolelli 4, Brambilla 8, Milovanovic 11; Calò 7, Clementoni 5, Freri 4, Zennaro 9, Marrazzo, Pirovano, Pezzati. All.: Finkelberg.

Cus Molise: Tondi, La Porta 21, De Gregorio 13, Sciusco 4, Patani 34; Spina, Piano. Ne: Avarello, Lo Russo, Sarracino e Bernardo. All.: Filipponio.

Arbitri: Guarino (Campobasso) e Bravo (Termoli).

Note: a bordo campo ad assistere al confronto anche il commissario tecnico dell’Italbasket under 18, nonché docente Unimol, Andrea Capobianco. Uscito per cinque falli Spina (Cus Molise). Fallo tecnico alla panchina (Cus Milano). Fallo antisportivo a Patani e De Gregorio (Cus Molise). Progressione punteggio: 14-5 (5’), 37-24 (15’), 51-48 (25’), 74-63 (35’).

La profondità e la struttura del Cus Milano vengono fuori con forza contro il Cus Milano al termine di un match in cui il quintetto di coach Filipponio ci mette – come era stato contro il Cus Insubria – tanto, tantissimo cuore, sorretto da un pubblico encomiabile ed ha una sostanziosa fiammata d’orgoglio nel secondo quarto che provoca una prima reazione nel secondo quarto coi meneghini che hanno subito una reazione e provano coi centimetri ed i chili del proprio totem Milovanovic a spostare l’equilibrio del match. Del resto, sul fronte di casa, anche l’assenza di Minchella finisce con l’incidere a livello di fosforo in regia con sole sette rotazioni nello scacchiere molisano che vanno a cozzare contro le dodici rotazioni (dodici!) dei meneghini che hanno fatto assaggiare il parquet ad undici loro elementi già prima dell’intervallo lungo (col dodicesimo che entra in gioco in avvio di terzo periodo).

Ma, com’era successo nella giornata d’esordio, il rientro dall’intervallo lungo del Cus Molise è di quelli veementi all’insegna di un parziale di 15-7 che riporta sino a due possessi di distacco la formazione in canotta rossa. Le emozioni non terminano perché Milano prova a fuggire, ma il Cus Molise riesce a rimanere in scia a chiude il terzo quarto sotto solo di un possesso (61-58). L’avvio di ultimo quarto vede l’attacco dei cussini imballato con i meneghini che ne approfittano per fuggire nuovamente a +7, anche perché ad alcuni canestri ben costruiti (Patani), seguono – per il team di casa – delle palle perse sanguinose. Che – sulla bomba di Siberna (top scorer dei suoi a quota 20) del 78-65 per i meneghini chiudono di fatto la contesa coi lombardi che si impongono di 13 e rendono solo un dato statistico i 34 punti (!) del lungo Klaudio Patani.

La prossima sfida con il Cus Torino (palla a due domani alle ore 17.30) sarà decisiva per il Cus Molise per il passaggio alle semifinali con un ‘dentro o fuori’ per cuori forti, ma con la presenza – tra le rotazioni – anche di Minchella.