Home » I fatti » Fine settimana di controlli per la Polizia, un arresto e diverse anomalie riscontrate nei locali notturni

Fine settimana di controlli per la Polizia, un arresto e diverse anomalie riscontrate nei locali notturni

Nel corso degli ultimi giorni, su disposizione del Questore di Campobasso Mario Caggegi, la Polizia di Stato (Questura e Commissariato P.S. di Termoli) ha effettuato controlli straordinari del territorio e di contrasto alla criminalità diffusa.

Sono stati svolti controlli amministrativi alle attività sottoposte a licenza di Polizia. Personale della Squadra mobile ha eseguito un’ordinanza cautelare, nello specifico degli arresti domiciliari, nei confronti di M.A, 60enne di Campobasso, soggetto con numerosi precedenti penali a suo carico, che spaziano dai reati contro la persona a quelli contro il patrimonio, responsabile del reato di lesioni personali.

Personale del Commissariato di Termoli ha tratto in arresto E.F., marocchino in quanto nonostante un precedente provvedimento di espulsione è rientrato illegalmente nel territorio nazionale, violando, così, l’art. 13 del testo unico sull’immigrazione.

Sul fronte dei controlli amministrativi alle attività di intrattenimento e spettacolo site in Campobasso, personale della squadra amministrativa della Questura ha eseguito delle verifiche al personale addetto ai servizi di controllo (cd. buttafuori), ai titolari o gestori delle attività sottoposte a licenza in particolare a quelle che riguardano la somministrazione di bevande alcoliche ai minori o oltre l’orario consentito.

Le attività di controllo amministrativo svolte hanno accertato la non presenza degli apparecchi per la rilevazione del tasso alcolemico, la mancata esposizione delle licenze di esercizio e la presenza di addetti al controllo privi di esercizio; altri aspetti dei controlli sono al vaglio della divisione amministrativa della Questura. Notevoli i risultati in termini numerici dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, squadra volante, che nell’ultima settimana ha controllato n. 403 persone, 250 veicoli, 77 soggetti con precedenti penali e di Polizia ed elevato una decina di infrazioni al Codice della Strada.