Home » Fuori le mura » Doppio “triplete” per la Scuola Primaria di Cantalupo, ad Enna anche l’inaspettato premio Gogòl

Doppio “triplete” per la Scuola Primaria di Cantalupo, ad Enna anche l’inaspettato premio Gogòl

Meritata “tripletta” per la Scuola Primaria di Cantalupo nel Sannio nell’ambito della 9^ edizione del Concorso Letterario Nazionale “Angelo Signorelli… La Magia delle Favole”. I giovani studenti, partiti alla volta di Enna per prendere parte alla cerimonia di premiazione come vincitori del 1° premio della Giuria Speciale dei Bambini e di una Menzione Speciale della Giuria degli Adulti si sono sentiti chiamare anche come vincitori del premio Gogòl che li ha insigniti del merito di “AMBASCIATORI del SORRISO”. Un premio, quest’ultimo, giunto a sorpresa, inaspettato, insospettato che ha “spiazzato” la rappresentanza cantalupese presente alla manifestazione, così come il lavoro dei bambini, da quanto si legge nella motivazione dell’attribuzione del premio, ha “spiazzato” tutta la Giuria nel momento della valutazione.

Lunedì 14 maggio lo splendido Teatro Garibaldi di Enna ha fatto da cornice all’importante cerimonia nazionale, animandosi dell’energia allegra e contagiosa dei piccoli scrittori di storie, provenienti da diverse città d’Italia. Oltre settanta gli elaborati, e i più belli, i più meritevoli sono stati esposti in una mostra all’interno del teatro stesso.

Sul palco si sono avvicendati bambini e ragazzi, veri e propri maghi della fantasia che, con occhi luminosi e trepidanti sorrisi, hanno ricevuto i meritati riconoscimenti. I nostri alunni si sono distinti anche per l’originalità del modo in cui si sono rivolti al pubblico nella presentazione dell’elaborato premiato; non una semplice e classica spiegazione, ma una scenetta in rima, divertente e accattivante che ha saputo conquistare gli applausi e i sorrisi del pubblico.

Le insegnanti che hanno curato i lavori, Bettini Simona, Loffreda Deborah e Monaco Marilena hanno ricevuto grandi apprezzamenti dagli organizzatori per aver sapientemente guidato gli alunni nell’uso della creatività, che li ha portati a produrre una storia illustrata partendo, come suggeriva il grande Gianni Rodari, dal binomio di parole SCARPONE-ANCORA.

Di seguito la motivazione della Giuria degli adulti per l’attribuzione del premio:

“Questa fiaba stupisce, spiazza e sorprende per l’originale narrazione in rima. E’ un dialogo coinvolgente tra un’ ANCORA e uno SCARPONE, due personaggi ben costruiti che, con il loro linguaggio semplice, colorato, avvincente, ricco di metafore e significati immediati, aiutano a riflettere sull’importanza dell’essere più che dell’apparire.”

La scuola di Cantalupo non è nuova ad esperienze di vittorie nell’ambito di concorsi; il team docenti, da diversi anni, valuta e seleziona i premi a cui partecipare, amalgamando accuratamente le richieste dei vari bandi con gli argomenti, i contenuti e gli obiettivi delle programmazioni di classe. Un lavoro in piena linea con i Programmi Nazionali, che offre ai piccoli utenti un significativo e piacevole arricchimento dell’offerta formativa. I protagonisti, subito dopo la cerimonia, hanno ricevuto via sms i complimenti del Sindaco di Cantalupo nel Sannio, Geom. Achille Caranci e dell’intera Amministrazione Comunale poiché motivo d’orgoglio per l’intera comunità. Con il riconoscimento ottenuto, la primaria di Cantalupo conquista – volendo usare un termine prettamente sportivo – un “duplice triplete” in quanto ha vinto nel corso del corrente anno scolastico, oltre al concorso Signorelli con tre premi, il concorso Rachelina Ambrosini e Pasquarte.