Home » Fuori le mura » Ancora un riconoscimento per la scuola primaria di Cantalupo nel Sannio

Ancora un riconoscimento per la scuola primaria di Cantalupo nel Sannio

Desiderosi di arricchire il loro palmarés, gli alunni della Scuola primaria di Cantalupo nel Sannio (IS) riescono ad imporsi, ancora una volta, all’attenzione di un’accurata giuria in un concorso nazionale. Da alcuni anni questa scuola, ormai ribattezzata in paese con il nome di “isola felice”, fa incetta di ambiti premi e importanti riconoscimenti. Questa volta la vittoria è giunta dalla Fondazione Rachelina Ambrosini, con sede a Venticano, in provincia di Avellino.

Il bando del concorso, dal titolo “Nulla è impossibile per chi crede in un sogno da realizzare” invitava gli studenti delle scuole italiane di ogni ordine e grado a presentare un progetto di utilità sociale nel territorio che li accoglie; chiedeva inoltre di spiegarne le motivazioni, le aspettative, i benefici e di allegare, in modo facoltativo, un elaborato grafico. Alunni e docenti hanno curato tutto alla perfezione, hanno stilato un progetto finalizzato al bene dei più deboli, quindi di importante valore sociale che ha fatto centro su una giuria  composta da personalità della cultura, del volontariato, della scuola.

L’elaborato è stato corredato da un particolarissimo e toccante Silent Book, un libro che, senza alcuna parola, racconta la storia del protagonista, cioè della persona intorno alla quale ruota l’intero progetto. Naturalmente, bambini e insegnanti preferiscono non svelare in anticipo il titolo e il contenuto del lavoro risultato vincitore del concorso, ma si riservano di illustrare il tutto in occasione della premiazione che si terrà in paese nella prima decade di marzo, alla presenza della Dirigente Scolastica, Dott.ssa Mariella Di Sanza, dei Sindaci di Cantalupo, Roccamandolfi e Santa Maria del Molise, Geom. Achille Caranci, Dott. Giacomo Lombardi, Dott. Costantino Kniahyniki, dei genitori, nonché dei massimi esponenti della Fondazione Rachelina Ambrosini. Complimenti vivissimi sono giunti ai piccoli autori dall’Assessore alla Cultura del Comune di Cantalupo, Giusy Semprevivo, orgogliosa non solo del risultato conseguito, ma soprattutto del modo in cui la scuola ha affrontato l’importante e attuale tematica dell’Accoglienza.

Il progetto, quale grossa testimonianza di amore e disponibilità, sarà inoltre inserito tra i lavori che verranno presentati in occasione delle Giornate della solidarietà e della mondialità che si terranno a Salerno.