Home » Fuori le mura » Il distaccamento dei Vigili del Fuoco di Riccia non chiuderà, Ciocca: “Punto fermo per la sicurezza del territorio”

Il distaccamento dei Vigili del Fuoco di Riccia non chiuderà, Ciocca: “Punto fermo per la sicurezza del territorio”

Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Riccia: nessuna chiusura, anzi, nei piani del Dipartimento nazionale dei VV.FF., se ne prevede il potenziamento. Al fine di garantire l’operatività diurna del distaccamento, infatti, il Comando dei Vigili del Fuoco di Campobasso è stato autorizzato dal Capo del Corpo nazionale, ingegnere Giomi – per il periodo strettamente necessario al reclutamento del personale volontario e allo svolgimento di specifici corsi di formazione per gli autisti – al ricorso a personale in orario straordinario in misura non superiore a 3200 ore nonché al richiamo di massimo 28 unità di discontinui.

In questo periodo transitorio si effettuerà quindi il monitoraggio delle reali esigenze operative dell’ambito territoriale di competenza. Riccia e l’area del Fortore continueranno ad essere presidiati dai Vigili del Fuoco, ad ulteriore conferma della necessità della loro presenza in termini di sicurezza del territorio. “Per me – dichiara il consigliere delegato Salvatore Ciocca – e per la popolazione dell’intera area questa non può che essere un’ottima notizia; inoltre è la conferma dell’attenzione del Dipartimento nazionale verso il nostro territorio e le sue peculiarità, motivo per il quale fu autorizzato il distaccamento di Riccia.

Per questo provvedimento, da me sollecitato in tutte le sedi istituzionali nazionali dove ho sempre trovato sensibilità e concretezza, non posso che ringraziare, quindi il sottosegretario di Stato, on. Gianpiero Bocci, il Capo del Corpo nazionale, ing. Gioacchino Giomi, e il dottor Antonio Barone”.