Home » Sport » Figc, inaugurato a Castel di Sangro un Centro Federale Territoriale. Prevista a breve l’apertura anche in Molise

Figc, inaugurato a Castel di Sangro un Centro Federale Territoriale. Prevista a breve l’apertura anche in Molise

Mastrogiacomo e Piano

Prosegue l’attività dedicata alla crescita del calcio giovanile avviata dalla FIGC e dal Settore Giovanile e Scolastico attraverso lo sviluppo di nuovi Centri Federali Territoriali, i poli di eccellenza per la formazione tecnico-sportiva di giovani calciatori e calciatrici di età compresa tra i 12 e i 14 anni.

L’attività dei Centri Federali Territoriali è sostenuta, dal partner tecnico Puma e dagli sponsor Ferrero, attraverso il progetto di responsabilità sociale Kinder+Sport Joy of Moving, FIAT e Eni.

Lunedì 20 febbraio si è tenuta l’inaugurazione del Centro di Castel di Sangro (L’Aquila) alla cui cerimonia erano presenti il Sindaco di Castel di Sangro Angelo Caruso, il Coordinatore Federale del Settore Giovanile e Scolastico Abruzzo Emidio Sabatini, il Presidente nazionale della Lega Pro Gabriele Gravina, il Presidente della Figc/Lnd Abruzzo Daniele Ortolano, il Presidente della Figc/LND Molise Piero Di Cristinzi, il Coordinatore Federale del Settore Giovanile e Scolastico del Molise Gianfranco Piano ed il Delegato all’Attività di Base Gianfranco Mastrogiacomo. A breve anche il Molise avrà il suo Centro Federale Territoriale ma intanto saranno coinvolte le società alto molisane, che per motivi geografici sono limitrofe all’Abruzzo, e che svolgeranno ogni lunedì lavoro di allenamento.

Si tratta di una collaborazione voluta fortemente da entrambe le Federazioni come ha sottolineato il Coordinatore Federale regionale del Settore Giovanile e Scolastico Gianfranco Piano: “Siamo co-protagonisti di questo progetto che abbiamo sposato in pieno e che è finalizzato alla crescita del calcio giovanile sul territorio molisano. Questa iniziativa ha un duplice scopo: i ragazzi avranno la possibilità di confrontarsi con realtà extra territoriali e valutare poi quello che è il bagaglio tecnico di ciascuno. Si tratta di un progetto che ha finalità ambiziose in quanto i calciatori più meritevoli avranno la possibilità di far parte delle rappresentative in occasione dei raduni di Coverciano e per loro sarà una vetrina importante. Tutto il Coordinamento Regionale del Settore Giovanile e Scolastico offrirà la propria disponibilità e metterà a disposizione le proprie competenze per tutta la durata del progetto. Auguro a tutti i protagonisti un buon lavoro”.