Home » In evidenza » Calcio a 5, serie B – I ragazzi di Sanginario strapazzano il Futsal Ruvo. Tre punti importanti per la corsa alla salvezza

Calcio a 5, serie B – I ragazzi di Sanginario strapazzano il Futsal Ruvo. Tre punti importanti per la corsa alla salvezza

CUS MOLISE-FUTSAL RUVO 7-2

Cus Molise: D’Alauro, Passarelli, D’Elia, Campanella, Perez, Caddeo, Di Stefano, Ferrante, Cioccia, Lombardi, Pietrunti, Joao Alonso. All. Sanginario.

Futsal Ruvo: Stasi, Ingravalle, Bucci, Zorio, Edgar, Campanale, Forini, Ciliberti, Mazzone, Caputi, Guastamacchia, Rubini. All. Tedone.

Arbitri: Cafaro di Sala Consilina e Romano di Nola. Cronometrista: Aumenta di Sala Consilina.

Marcatori: Di Stefano, Caddeo, Joao Alonso pt; Mazzone, Perez (3), Passarelli, Rubini.

Note: ammoniti Pietrunti, Caddeo, Campanale. Espulsi Caddeo ed Edgar.

Prova super per D’Alauro

Al Palaunimol non si passa. Il Futsal Ruvo cade sotto i colpi del Cus Molise che infila la terza vittoria consecutiva e vola in classifica mettendo in cassaforte altri tre punti pesantissimi per la corsa salvezza. E’ un tris d’autore quello servito dagli uomini di mister Marco Sanginario capaci di indirizzare la contesa sulla strada giusta nel primo tempo (chiuso 3-0), di saper soffrire in apertura di ripresa (quando il Ruvo ha provato a riaprire il match) e di chiudere i conti grazie ad una straordinaria seconda parte di ripresa nella quale è salito in cattedra Carlos Perez che con la sua tripletta ha fatto scorrere i titoli di coda sul match. Al Ruvo va riconosciuta la generosità ma contro la squadra molisana vista oggi in campo sarebbe stato probabilmente difficile per tutti riuscire a far punti.

Nella prima frazione di gioco dopo un miracolo di D’Alauro su Rubini, il Cus passa grazie ad una conclusione di capitan Di Stefano che si infila alle spalle del portiere Stasi. Il Ruvo non ci sta. Mendes e Bucci costringono agli straordinari D’Alauro che si oppone da campione. I locali si affidano alle ripartenze. Passarelli e Joao Alonso confezionano una buona opportunità ma Stasi è attento e devia in angolo. Sull’altro fronte è Ciliberti ad esaltare i riflessi del Mago D’Alauro che risponde ancora presente. Il match è in equilibrio nel punteggio ma il Cus gioca bene. Cioccia va vicino al raddoppio ma il risultato non cambia. Il 2-0 è nell’aria e arriva  grazie a Caddeo che concretizza una bella azione corale. Subito dopo i padroni di casa sfiorano il tris con Lonbardi che si vede respingere la conclusione da Stasi. Nel frattempo il Cus commette il sesto fallo e Bucci ha l’opportunità di accorciare le distanze ma la sua conclusione si stampa sul palo. Così prima del riposo ci pensa Joao Alonso a servire il tris dopo una bella ripartenza di Perez. Nell’intervallo sul parquet del Palaunimol si esibiscono i piccoli atleti della scuola calcio e al ritorno in campo il Ruvo è più determinato. Mazzone segna subito e riaccende le speranze dei suoi. La formazione di Tedone gioca meglio e Rubini chiama al grande intervento D’Alauro. Quando mancano 13’47” il Cus è costretto all’inferiorità numerica per il doppio giallo a Caddeo ma riesce a difendere bene con l’uomo in meno e non subisce gol. E’ Di Stefano poi ad andare alla conclusione ma Stasi si fa trovare pronto. uiSe Il Cus vuole accelerare per chiudere i conti. Così sale in cattedra Carlos Perez che prima mette in porta la palla del 4-1 dopo un passaggio illuminante di Passarelli, poi finalizza un assist al bacio di Joao Alonso e infine tira fuori tutto il suo repertorio andando a saltare un avversario, facendo sedere anche il portiere e depositando in fondo al sacco la sfera del 6-1. Il Ruvo è stordito, Rubini prova a rianimarlo con la rete del 6-2 ma è un fuoco di paglia perché Passarelli partecipa da protagonista alla festa del gol dopo una percussione di Ferrante e manda in archivio la contesa. Prima della sirena c’è il tempo per la seconda espulsione di giornata, quella di Mendes per il Ruvo. Poi solo applausi. Sono quelli che raccoglie il Cus Molise per una grande prestazione corale che frutta la terza vittoria consecutiva. Per la salvezza è questa la strada giusta.