Home » Fuori le mura » Anche un gruppo di riccesi in corsa alla Race of the Cure contro il tumore al seno

Anche un gruppo di riccesi in corsa alla Race of the Cure contro il tumore al seno

race

Le ragazze di Riccia in corsa contro il tumore al seno

In corsa contro il tumore al seno. Le giovani riccesi, guidate da Caterina Vassalotti e Annarita Iannone, hanno partecipato in maglia rosa alla manifestazione Race of the Cure, portando il calore e la passione di Riccia fino a Roma. Notevole la generosità delle riccesi che hanno raccolto circa 1500 euro e che hanno gareggiato con il sorriso per la nobilissima causa.

“Ringraziamo tutti coloro che hanno sostenuto la manifestazione e le riccesi che hanno contribuito con la loro generosità al successo della manifestazione ,– spiegano le organizzatrici visibilmente soddisfatte – inoltre, desideriamo ringraziare il Comune di Riccia, il sindaco Micaela Fanelli, per la notevole sensibilità dimostrata. Insieme siamo più forti nella battaglia contro il tumore al seno”.

Straordinario il successo di pubblico per la quindicesima edizione della “Race for the Cure”, la celebre corsa e passeggiata di solidarietà organizzata dalla Susan G. Komen Italia. Oltre 60.000 gli iscritti, che hanno sfilato tra il Circo Massimo e il Colosseo per sostenere la lotta ai tumori del seno e promuovere la salute delle donne. Tra loro, oltre alle madrine dell’evento Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi e al Presidente della Komen Italia Riccardo Masetti, c’erano anche il Sindaco di Roma Ignazio Marino, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, l’Ambasciatore degli Stati Uniti John Phillips e sua moglie Linda Douglass, la Presidente della Susan G. Komen Judy Salerno, la vice presidente della WWE Stephanie McMahon, il Direttore Generale del Policlinico Gemelli di Roma Maurizio Guizzardi, il Direttore Generale della Fondazione Johnson & Johnson Barbara Saba e il Presidente di Federfarma Franco Caprino.

Tra i 60.000 partecipanti, erano più di 5.000 le “Donne in Rosa”, le donne che stanno affrontando o hanno sconfitto il tumore del seno e che hanno preso parte alla Race for the Cure indossando una speciale maglietta rosa. Con questa testimonianza coraggiosa le “Donne in Rosa” hanno voluto sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce ed incoraggiare le donne che incontrano la malattia a farlo con un atteggiamento più positivo.

A livello agonistico, la Race for the Cure è stata vinta da Fabiano Carrozza (Aeronautica Militare), con il tempo di 14’39’’. Prima classificata tra le donne Laila  Soufyane (R.A.S. Courmayeur) (16’50’’) con Cinzia Barletta che è stata la più veloce tra le “Donne in Rosa” con il tempo di 21’35’’. Tra le società sportive, affermazione per Podistica Solidarietà, che ha preceduto G.S. Bancari Romani e LBM Sport Team.

L’appuntamento podistico ha concluso la tre giorni che la Komen Italia ha organizzato al Circo Massimo con l’allestimento del “Villaggio della Salute”, con il quale, grazie alla sinergia creata con il Policlinico Gemelli di Roma e la Regione Lazio e stato possibile offrire più di 2300 consulenze e quasi 1500 prestazioni gratuite per la prevenzione del tumore del seno, dell’utero, della pelle, del polmone, del colon e della tiroide, oltre a visite ed esami per la prevenzione delle malattie cardiache ed al controllo della pressione e della glicemia. Questa iniziativa, inaugurata venerdì dal Presidente della Regione Lazio Zingaretti, ha permesso di individuare 2 casi di tumore del seno e 3 casi sospetti subito avviati ad approfondimenti diagnostici in ospedale ed alcuni casi di melanoma.

Maffin