Home » In evidenza » Continua la marcia positiva del Campobasso: 2-0 all’Amiternina con i giovani Di Pasquale e Lucchese (LE FOTO)

Continua la marcia positiva del Campobasso: 2-0 all’Amiternina con i giovani Di Pasquale e Lucchese (LE FOTO)

CAMPOBASSO-AMITERNINA 2-0

Reti: 55′ Di Pasquale, 90′ Lucchese.

Campobasso: Grillo, Corbo, Di Pasquale, Grazioso, Ferrani, Gattari, Rinaldi (55′ Lanzillotta), Bontà (81′ Lucchese), Tascini (60′ Alessandro), Todino, Gabrielloni. All. A. Corradino (M.Favo squalificato).

Amiternina: Pantarotto, Lenart D. (72′ Severini), Gizzi, Mucciarelli, Di Ciccio, Marcotullio, Di Paolo, Petrone, D’Alessandris (66′ Giordano), Torbidone, Shipple (59′ Terriaca). All. V. Angelone.

Arbitro: Sig. Stampatori di Macerata. Assistenti: Turiello e Santamarina di Napoli.

Note: Ammoniti: Corbo e Lanzillotta (CB); Gizzi e Giordano (AM). Recupero 3’pt, 4’st. Spettatori 800 circa.

Antonello Corradino

Antonello Corradino

Quarta vittoria nelle ultime cinque gare disputate dal Campobasso che quest’oggi ha dovuto faticare più del dovuto per regolare il fanalino di coda (sic!) Amiternina. Sembrano i numeri di un altro campionato, quasi quasi dispiace dover commentare altri 3 punti arrivati a catapultare letteralmente i Lupi dalla zona playout di un paio di mesi fa alla quarta piazza utile a disputare i playoff. Cresce, infatti, il rammarico per una stagione gettata al vento ancor prima di Natale in un girone tutt’altro che di ferro con una capolista che non decolla mai definitivamente e una squadra, quella rossoblu, completamente trasformata da Favo e dagli ultimi ‘affari’ del mercato di riparazione.

Partono titolari gli eroi di Recanati, Gabrielloni e Tascini, lasciando in panchina l’argentino Alessandro e Aquino. In difesa ‘spunta’ Di Pasquale insieme ai centrali Gattari e Ferrani e ad un immenso Leo Grazioso. La gara, però, si mostra da subito tutt’altro che facile da gestire. L’Amiternina ci prova e impensierisce più di una volta la difesa di casa con Torbidone e Shipple mentre il Campobasso reagisce con Gabrielloni, Tascini e Bontà che non riescono però a metterla dentro.

Il presidente Perrucci con Aniello Aliberti (al centro)

Il presidente Perrucci con Aniello Aliberti (al centro)

I primi 45′ di gara si chiudono con tanto sudore ma nulla di concreto. Nella ripresa ci prova subito Tascini ma senza fortuna. Al 55′ si sblocca il risultato: mischia furibonda in area piccola dove il più lesto è proprio Di Pasquale che con una zampata la mette dentro. Il vantaggio, più che dare sicurezza, crea un po’ di confusione tra i rossoblu che non riescono a chiudere la gara e fanno soffrire i propri tifosi più del dovuto anche perché l’Amiternina non rinuncia mai a giocare e si rende anche pericolosa in un paio di occasioni con Severini, subentrato a D. Lenart. Ma al 90′ tirano tutti un sospiro di sollievo quando in contropiede con una cavalcata di 40 metri il neo entrato Ciro Lucchese (’96) la mette alle spalle di Pantarotto per il definitivo 2-0. Soprattutto patron Perrucci che, con il dirigente Eliodoro Giordano, faceva compagnia in tribuna ad Aniello Aliberti, ex patron della Salernitana Calcio, e del Campobasso dei miracoli targato Busetta…

Prossimo turno sulla carta proibitivo? Mai dire mai: 2 aprile 2015, Sambenedettese-Campobasso 0-2… M.S.