Home » I fatti » Affidamento congiunto, Patriciello: più diritti per i genitori separati

Affidamento congiunto, Patriciello: più diritti per i genitori separati

 

“Un errore non può far vivere ai figli di coppie separate una vita lontano dall’affetto di uno dei due genitori. Credo che la battaglia che sta conducendo da mesi Antonio Borromeo per rivendicare i suoi diritti di padre sia un esempio per tutte le coppie ormai separate ma che vogliono continuare ad essere presenti nella vita dei propri figli. Una battaglia che Antonio vincerà con l’aiuto dell’Europa e di tutti coloro che lo sostengono in questo importante viaggio; a Strasburgo la sua marcia si arresterà e troverà risposte. Oggi l’affidamento congiunto, la cosiddetta bi-genitorialità è disciplinata dalla legge 54 del 2006 ma di fatto essa viene disattesa, inoltre la Corte europea di Strasburgo ha effettivamente sottolineato che il sistema giudiziario italiano presenta alcune lacune in materia. Oltre dunque a continuare a sostenere la battaglia di Antonio Borromeo vorrei rivolere anche un in bocca al lupo all’educatore di Vasto e invitare tutti coloro che vivono la medesima situazione di sposare tale importante obiettivo e lottare insieme per i diritti dei genitori separati”.

Così l’On. Aldo Patriciello torna a parlare di Antonio Borromeo, sostenendolo nel viaggio che da Vasto presto lo porterà a Strasburgo per rivendicare i diritti dei padri separati e dell’affidamento congiunto.