Home » I fatti » L’Arma dei Carabinieri festeggia il 201° anniversario. Consegnati gli encomi ai militari meritevoli

L’Arma dei Carabinieri festeggia il 201° anniversario. Consegnati gli encomi ai militari meritevoli

Questa mattina, alla presenza delle massime Autorità militari e civili della Regione e del capoluogo, è stato celebrato il 201° anniversario dell’Arma dei Carabinieri. Nel corso della solenne e sobria cerimonia che ha visto schierato un battaglione di formazione, composto in gran parte dagli allievi del 132° corso “Augusto Renzini” della Scuola Allievi Carabinieri di Campobasso, sono state consegnate le ricompense ai militari che si sono particolarmente distinti nell’adempimento del dovere.

Dopo la lettura dei messaggi augurali del Capo dello Stato e del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, il Comandante della Legione Molise, Col. t.SFP Vito Paparella, nel corso del suo discorso ha voluto evidenziare il rapporto indissolubile che lega l’Arma dei Carabinieri alla popolazione molisana, rafforzato dalla continua ricerca di soddisfare le esigenze di sicurezza della collettività. In tale ottica sono proseguiti gli incontri tra l’Arma e la popolazione studentesca attraverso conferenze che hanno coinvolto circa 3200 studenti molisani delle scuole Medie Inferiori e Superiori, nell’ambito del progetto della “Cultura della legalità”. Il lavoro sinergico con la magistratura e le altre forze di polizia ha inoltre consentito di raggiugere importanti obiettivi nell’ambito della Sicurezza Pubblica e della Polizia giudiziaria, sintetizzati in 56000 servizi di controllo del territorio, con 209 persone tratte in arresto e oltre 2800 deferite in stato di libertà. La cerimonia si è conclusa con la parata dei reparti in armi.

ENCOMIO SOLENNE TRIBUTATO DAL COMANDANTE GENERALE DELL’ARMA DEI CARABINIERI AL V. BRIG. DANILO INNO E ALL’APP. SC. ALFONSO DELLA VECCHIA, ADDETTI ALL’ALIQUOTA OPERATIVA DELLA COMPAGNIA CARABINIERI DI BOJANO. MOTIVAZIONE: CON GENEROSO SLANCIO ED ESEMPLARE ALTRUISMO, UNITAMENTE AD ALTRO MILITARE, NON ESITAVA A SOCCORRERE GLI OCCUPANTI DI UN’AUTOVETTURA RIMASTA BLOCCATA SUI BINARI IN CORRISPONDENZA DI UN PASSAGGIO A LIVELLO, LE CUI BARRIERE SI ERANO ABBASSATE PER L’IMMINENTE TRANSITO DI UN TRENO, CON FERMA DETERMINAZIONE RIMUOVEVA IL VEICOLO DALLA SEDE FERROVIARIA POCO PRIMA DEL TRANSITO DI UN CONVOGLIO E SCONGIURAVA COSI’ PIU’ GRAVI CONSEGUENZE. CHIARO ESEMPIO DI ELETTE VIRTU’ CIVICHE ED ALTISSIMO SENSO DEL DOVERE. Bojano (CB), 19 marzo 2013.

ENCOMIO SEMPLICE TRIBUTATO DAL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI “PUGLIA” AL CAP. ROBERTO PETROLI, GIA’ COMANDANTE DI SEZIONE DI NUCLEO INVESTIGATIVO DI COMANDO PROVINCIALE, ORA COMANDANTE DELLA COMPAGNIA CARABINIERI DI CAMPOBASSO. MOTIVAZIONE: COMANDANTE DI SEZIONE DI NUCLEO INVESTIGATIVO DI COMANDO PROVINCIALE OPERANTE IN TERRITORIO CARATTERIZZATO DA ELEVATO INDICE DI CRIMINALITA’, EVIDENZIANDO SPICCATO INTUITO INVESTIGATIVO, ALTO SENSO DEL DOVERE E NON COMUNE SPIRITO DI SACRIFICIO, CONDUCEVA COMPLESSA ATTIVITA’ INVESTIGATIVA SVOLTA NEI CONFRONTI DI UN SODALIZIO CRIMINALE RESPONSABILE DI TRAFFICO E SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI. L’OPERAZIONE SI CONCLUDEVA CON L’ARRESTO IN FLAGRANZA DI 5 PERSONE, NONCHE’ CON L’ESECUZIONE DI UN’ORDINANZA DI MISURA CAUTELARE NEI CONFRONTI DI ULTERIORI 41 INDAGATI. Provincia di Foggia, gennaio 2010 – 29 agosto 2013.

ENCOMIO SEMPLICE TRIBUTATO DAL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI “LAZIO” AL MAR. ORD. LORENZO DI GIORGIO, GIA’ ADDETTO A NUCLEO INVESTIGATIVO DI COMANDO PROVINCIALE, ORA ADDETTO ALLA STAZIONE CARABINIERI DI BOJANO. MOTIVAZIONE: ADDETTO A NUCLEO INVESTIGATIVO, DANDO PROVA DI ELEVATA PROFESSIONALITA’, NON COMUNE ABNEGAZIONE E SPIRITO DI SACRIFICIO, FORNIVA DETERMINANTE CONTRIBUTO A COMPLESSA ATTIVITA’ D’INDAGINE CHE CONSENTIVA DI DISARTICOLARE UN SODALIZIO CRIMINALE DEDITO AL TRAFFICO INTERNAZIONALE DI SOSTANZE STUPEFACENTI. L’OPERAZIONE SI CONCLUDEVA CON L’ARRESTO DI 36 PERSONE, IL SEQUESTRO DI KG. 57 CIRCA DI DROGA DI DIVERSO GENERE, 8 PISTOLE, MUNIZIONAMENTO VARIO E DENARO CONTANTE COMPROVANTE L’ILLECITA ATTIVITA’. Roma, marzo 2009 – aprile 2012.

ENCOMIO SEMPLICE TRIBUTATO DAL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI “LAZIO” AL BRIG. PIERLUIGI D’AMICO, GIA’ ADDETTO AL NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE DELLA COMPAGNIA CARABINIERI DI FROSINONE, ORA ADDETTO AL NUCLEO INVESTIGATIVO DEL COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI CAMPOBASSO. MOTIVAZIONE: ADDETTO A NORM DI COMPAGNIA CAPOLUOGO, DANDO PROVA DI ELEVATA PROFESSIONALITA’ E NOTEVOLE ACUME INVESTIGATIVO, FORNIVA DETERMINANTE CONTRIBUTO AD ATTIVITA’ D’INDAGINE CHE CONSENTIVA DI IDENTIFICARE E TRARRE IN ARRESTO IL RESPONSABILE DI UN EFFERATO OMICIDIO. Ceccano (FR), 18-20 febbraio 2014.

ENCOMIO SEMPLICE TRIBUTATO DAL COMANDANTE INTERREGIONALE CARABINIERI “PODGORA” ALL’APP. SC. NICOLINO VALERIO, GIA’ ADDETTO AL NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE DELLA COMPAGNIA CARABINIERI DI FRASCATI (RM), ORA ADDETTO AL NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE DELLA COMPAGNIA CARABINIERI DI BOJANO. MOTIVAZIONE: ADDETTO A NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE DI COMPAGNIA CAPOLUOGO, EVIDENZIANDO SPICCATE CAPACITA’ PROFESSIONALI, NON COMUNE SENSO DEL DOVERE E SPREZZO DEL PERICOLO, NON ESITAVA, UNITAMENTE AD ALTRI COMMILITONI, A INTERVENIRE PRESSO UN APPARTAMENTO DOVE UN UOMO, ARMATO DI PISTOLA, SI ERA BARRICATO DOPO AVER UCCISO UNA PERSONA. NELLA CIRCOSTANZA, DOPO AVER TENTATO UNA DIFFICILE OPERA DI PERSUAZIONE, AFFRONTAVA L’OMICIDA, RIUSCENDO, CON L’AUSILIO DI ALTRO PERSONALE, A TRARLO IN ARRESTO DOPO UNA BREVE MA VIOLENTA COLLUTTAZIONE. Monte Porzio Catone (RM), 24maggio 2012.

ENCOMIO SEMPLICE TRIBUTATO DAL COMANDANTE DEL COMANDO UNITA’ MOBILI E SPECIALIZZATE CARABINIERI “PALIDORO” ALL’APP. LUCA GIOIA, GIA’ ADDETTO AL 7° REGGIMENTO CARABINIERI TRENTINO ALTO ADIGE, ORA ADDETTO AL POSTO FISSO CARABINIERI DI SAN GIULIANO DI PUGLIA. MOTIVAZIONE: ADDETTO A REGGIMENTO CARABINIERI IMPIEGATO IN TERRITORIO INTERESSATO DA GRAVE EMERGENZA UMANITARIA CONNESSA CON LO STRAORDINARIO E PROLUNGATO AFFLUSSO DI MIGRANTI EXTRACOMUNITARI, IN OCCASIONE DEL NAUFRAGIO DI UN’IMBARCAZIONE CHE CAUSAVA LA MORTE DI 366 PERSONE, CON ALTO SENSDO DEL DOVERE E SPICCATA PROFESSIONALITA’, OFFRIVA DETERMINANTE CONTRIBUTO ALLE ATTIVITA’ CONNESSE CON IL SOCCORSO E L’ASSISTENZA AI SOPRAVVISSUTI. L’ABNEGAZIONE E LA GENEROSISSIMA PARTECIPAZIONE UMANA DIMOSTRATA HANNO CONTRIBUITO A ESALTARE L’IMMAGINE E IL PRESTIGIO DELL’ISTITUZIONE E DELL’ITALIA. Lampedusa e Isole Pelagie (AG), 3-21 ottobre 2013

VIVISSIMO COMPIACIMENTO TRIBUTATO DAL COMANDANTE DELLA LEGIONE CARABINIERI MOLISE AL MAR. A. SUPS ALFONSO GRANDE, COMANDANTE DELLA STAZIONE CARABINIERI DI SANTA CROCE DI MAGLIANO PER GLI ECCELLENTI REQUISITI PROFESSIONALI E I BRILLANTI RISULTATI OPERATIVI CONSEGUITI CHE LO RENDONO SICURO PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL CITTADINO E LE ISTITUZIONI LOCALI.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: