Home » I fatti » Morti bianche in Molise, Patriciello: “applicare meglio la legislazione europea”
Aldo Patriciello

Morti bianche in Molise, Patriciello: “applicare meglio la legislazione europea”

Commissione-EuropeaIn merito alla notizia del secondo posto occupato dalla provincia di Isernia nella classifica di morti sul lavoro l’On. Aldo Patriciello afferma: “Nonostante il dato faccia riferimento agli infortuni mortali ogni milione di occupati credo che la notizia non debba essere tralasciata. Qualche giorno fa sono intervenuto in merito alla tragedia che ha sconvolto Molfetta, padre e figlio operai della stessa azienda entrambi morti durante il lavoro. Ebbene la piaga sociale delle morti bianche tocca l’Italia intera per questo credo che ci sia il bisogno, a livello nazionale e locale, di invertire tale tendenza in ogni circostanza; uno o cento non fa differenza perché anche una sola morte bianca pesa come un macigno sul nostro sistema Paese e sulle coscienze di tutti. E’ necessario – continua Patriciello – fare maggiore attenzione verso il tema degli incidenti sul lavoro e cosiddette ‘malattie professionali’. Esiste una legislazione antinfortunistica nazionale che recepisce le Direttive europee in materia di sicurezza sul lavoro e salute dei lavoratori da rispettare solo tramite l’aumento dei controlli e la formazione degli stessi lavoratori. La legislazione europea viene a volte applicata poco o male. La Commissione – conclude Patriciello – si assicurerà per questo che le direttive siano oggetto di una reale trasposizione, ricorrendo anche a procedure d’infrazione. Essa ricorda parimenti agli Stati membri, che hanno il dovere di dare attuazione alla legislazione comunitaria e che dispongono di vari metodi come la formazione, l’informazione e il ricorso ad ispettori del lavoro ovvero a misure che prevedano incentivi economici”.