Home » I fatti » La campana dell’antica e pontificia Fonderia Marinelli simbolo del Molise all’Expo di Milano

La campana dell’antica e pontificia Fonderia Marinelli simbolo del Molise all’Expo di Milano

camp expo retroSarà presentato venerdì 1° maggio in occasione dell’apertura di Expo 2015, il prototipo della campana ideata dalla millenaria Fonderia delle campane Marinelli di Agnone per la grande esposizione universale di Milano che per 6 mesi terrà puntati gli occhi del mondo sull’Italia. Il campione in miniatura del grande bronzo di 850 chili che raggiungerà presto la città milanese sarà “inaugurato” in concomitanza con Expo negli spazi dell’antica e pontificia fonderia agnonese, che ha pensato di salutare l’evento con il dolce suono delle sue campane.

Nei prossimi mesi, la Campana di Expo forgiata ad Agnone sarà protagonista a Milano, dove sarà benedetta per dare il via a “Il Giorno del Fuoco”, il grande evento tutto agnonese – che vede in prima linea il Comune di Agnone e la Proloco – pensato per il Fuori Salone, nell’ambito di Expo in Città, il palinsesto delle iniziative nella città lombarda durante l’esposizione universale. Il bronzo di 850 chili mostra nei suoi rilievi ornamentali il logo di Expo e gli stemmi di Milano, della Regione Molise e del Comune di Agnone, ma soprattutto l’immagine stilizzata di San Francesco Caracciolo, morto nella cittadina alto molisana e patrono dei cuochi d’Italia. Inoltre sulla campana sono raffigurati due tra i più importanti dipinti conservati a Milano: la “Canestra di frutta” di Caravaggio e “L’ultima cena” di Leonardo Da Vinci. L’effige di San Francesco Caracciolo non è un caso. Il patrono dei cuochi è infatti il filo conduttore dell’evento “Il Giorno del Fuoco”, che si aggancia alla tematica del cibo su cui è incentrata l’esposizione universale. L’idea è infatti di inaugurare a Milano il grande bronzo coinvolgendo tanti chef italiani.

Il fuoco è uno dei 4 elementi naturali: produce energia, riscalda, illumina e fonde i metalli, è simbolo di vita. Per questo, dopo l’inaugurazione della campana di Expo, in un’importante location milanese (in fase di definizione) sfileranno le torce ardenti della ‘Ndocciata, rituale ancestrale legato alla cultura agro-pastorale del Molise. I costruttori delle ‘ndocce agnonesi sono già a lavoro per realizzare mille fiaccole per incendiare di magia Milano e portare uno spettacolo unico davvero in tutto il pianeta. Grazie al coordinamento del Comune di Agnone si sta lavorando per fare dell’iniziativa l’evento conclusivo di Expo 2015. La pontificia fonderia Marinelli, che da secoli porta avanti la sua particolare attività artigianale nel cuore della cittadina alto molisana, ha già partecipato nel 1861 all’Expo di Londra, esibendo un carillon di 10 campane, ricevendo importanti riconoscimenti e una medaglia d’oro da re Vittorio Emanuele.